Home > Webzine > Festa dell' 8 marzo
mercoledì 28 ottobre 2020

Festa dell' 8 marzo

09-03-2004

L' 8 marzo si è confermata una ricorrenza per lo più privata. Telefono Blu stima che per offrire mimose, per andare al ristorante e fare regali, gli italiani hanno speso 300 milioni di euro, più 3% rispetto all'anno scorso. Per la Confederazione italiana agricoltori le mimose donate sono state circa 16 milioni. Non sono mancate le cerimonie a livello istituzionale. Il presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, si è recato al Gianicolo a Roma per rendere omaggio ad una donna simbolo, Anita Garibaldi. Il Capo dello Stato ha inviato un messaggio per la ricorrenza: "La nazione intera -ha affermato- esprime la sua riconoscenza per l'impegno delle donne nella famiglia, nelle istituzioni, nell'economia, nella cultura, nella societa. E' un impegno essenziale per il progresso dell'Italia". Il presidente della Camera, Pierferdinando Casini, ha celebrato la giornata a Civitavecchia presso una comunità di tossicodipendenti che ospita solo donne. A Firenze l'8 marzo è stato dedicato al ricordo dello sciopero generale del 1944, ma soprattutto alle deportazioni che ne seguirono e che condussero migliaia di scioperanti alla morte nei lager nazisti di Mauthausen, Ebensee, Gusen, Melk. Il Presidiente della Regione Martini ha deposto una corona di fiori al binario 6 della stazione di Santa Maria Novella in ricordo degli operai che lasciarono la stazione 60 anni fa, senza fare più ritorno.

Una corona di mimose orna da lunedì 8 marzo la testa del David di Michelangelo custodito nella Galleria dell'Accademia di Firenze. ''Lo abbiamo deciso -ha spiegato la direttrice del museo Franca Falletti- per celebrare l'8 marzo e per rimettere in uso un sistema antico dato che, quando nel 1504 fu mostrato per la prima volta ai fiorentini, il David era ornato da una ghirlanda consistente in un filo d' ottone e 28 foglie di rame''. Ma c'e' un altro motivo per cui al David è stata donata la mimosa: lo staff che si occupa della pulitura organizzata in occasione dei 500 anni della statua è composta per la quasi totalità da donne.

Alcuni dati sulle donne secondo l'Istat:
- a casa con i genitori, aumentano le figlie mammone; 
- più lavoro ma paghe fino a 200 euro in meno;
- anziane sempre più istruite e soddisfatte;
- donne contente su lavoro ma senza tempo per sè;
- donne lavoratrici, più ansia e dolori alla schiena;
- Polizia sempre più "rosa", donne verso quota 13 mila;
- tra i volontari le donne sono il 50%, ma solo il 30% dirige;
- 65 milioni di bambine senza la scuola;
- 500 mila donne l'anno muoiono per parto.