Home > Webzine > Firenze: Forum degli studenti
venerdì 22 novembre 2019

Firenze: Forum degli studenti

10-02-2006
Erano attesi in settemila, ma ne sono arrivati molti di più: ventimila studenti hanno partecipato alla Consulta provinciale chiamata per l'occasione "Forum Studenti". Dal Palacongressi si sono dovuti spostare alla Fortezza da Basso per la grande mobilitazione dei ragazzi, intervenuti davvero in massa. "Un successo inatteso –racconta Lorenza, una studentessa che fa parte della Consulta – mi fa piacere che i miei coetanei stanno partecipando ad un evento unico. Chi diceva che era solo una scusa per non andare a scuola, ecco la dimostrazione. Noi adolescenti siamo sensibili a temi come la mafia, pena di morte e riforma della scuola. E per chi non lo è, sicuramente, questi giorni serviranno a sensibilizzare su tematiche importanti come queste". La Fortezza da Basso è divisa in più sale, in ognuna viene trattato un tema diverso: nel padiglione "Cavaniglia" si discute di mafia con Elisabetta Caponnetto e il sindaco di Gela, Sandro Crocetta (costretto a vivere sotto scorta), argomento che ha coinvolto la maggior parte degli studenti; mentre nella sala "Rastriglia" si parla di laicità dello Stato e stupisce come i ragazzi parlano di etica e politica con disinvoltura e preparazione. Mentre il corso di fotografia nella "Sala Arco" non ha avuto molta affluenza, un grande successo ha avuto il cineforum, allestito per l'occasione nella sala Teatrino, con la proiezione di "I cento Passi" di Marco Tullio Giordana e le performance in video di Beppe Grillo. I ragazzi stanno mostrando interesse per i vari dibattiti e si respira un'aria di coinvolgimento passionale anche grazie all'arte e alla musica. Una sala è completamente allestita con una mostra di opere d'arte degli studenti su tematiche importanti come la pace, la libertà e anche un netto no al razzismo (magliette con disegni di persone con colore della pelle differente e con scritto "Diversamente Uguali"). Tra un dibattito e una mostra, tra un caffè e una pausa, gli studenti si sono portati la chitarra e suonano e cantano, come sempre piace, il ritornello della "Canzone del sole" di Battisti. La consulta conclude il suo percorso sabato 11 febbraio con un corteo (dalla Fortezza a piazza Santa Croce). Sembra uno dei primi film di Muccino, sembra una ricreazione prolungata, invece è un vero e proprio Forum per gli studenti che, con passione, urlano contro la mafia e contro la pena di morte, chiedono spiegazioni sulla riforma della scuola che così com'è proprio non piace.

di Antonio Pirozzi