Home > Webzine > Seconda edizione di ''Matite per la pace''
giovedì 14 novembre 2019

Seconda edizione di ''Matite per la pace''

03-03-2006
Al via, a Firenze, la seconda edizione del concorso nazionale "Matite per la Pace", concorso nazionale per giovani autori, promosso dall'Assessorato alla Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili del Comune di Firenze, in collaborazione con la Scuola internazionale di Comics e l'Informagiovani. "La significativa partecipazione di giovani provenienti da tutto il territorio nazionale (oltre cento iscritti) – sottolinea l’Assessore alla pubblica istruzione e politiche giovanili del Comune di Firenze, Daniela Lastri - alla sua prima edizione ha dimostrato la validità di una iniziativa che ha unito la passione per il disegno e i fumetti con un tema attuale ed importante come la pace". Al concorso possono partecipare tutti i giovani dai 14 ai 30 anni residenti o domiciliati nei comuni d'Italia, che dovranno inviare da 1 ad un massimo di 3 tavole (formato max. di cm 30x40) su carta o su cartone flessibile, in bianco e nero o a colori, realizzate con qualsiasi tecnica. I lavori dovranno pervenire entro e non oltre il 31 agosto 2006 all'Ufficio Politiche Giovanili in via Nicolodi, 2, 50137, Assessorato Pubblica istruzione del Comune di Firenze. Il primo premio consiste in una borsa di studio per un corso gratuito di fumetto o di illustrazione presso una delle sedi della Scuola Internazionale di Comics (Firenze, Roma, Jesi). Primo premio, vinto lo scorso anno, da Alessio Ravazzini con l'opera "Bombardate tutti", un'illustrazione sulla condizione attuale delle guerre nel mondo trattate con ironia e con stile netto e deciso. "Ringrazio il Comune di Firenze e la Scuola Comics – ha affermato il giovane artista - che mi sta dando l'opportunità di frequentare questa scuola. In particolare ho cercato, con l'opera vincitrice, di creare una favola da forti riferimenti alla realtà! Il fumetto per me è una piacevole assuefazione pur non essendo illegale". "Ci si dedica al fumetto esclusivamente per passione - ha aggiunto il direttore artistico della sede fiorentina di Comics, Marco Bianchini – quasi mai sono le capacità tecniche a fare la differenza ma il sentimento che si nutre nei confronti del disegno. Il fumetto è il posto dove si racconta una storia e dove si fonda il disegno alla storia scritta". Il fumetto come forma di espressione d’arte e veicolo diretto per sognare sulla favole ma anche per riflettere sulla dura realtà che ci circonda. Per ulteriori informazioni www.scuolacomics.it  

di Antonio Pirozzi