Home > Webzine > Prato: parlare esperanto è un gioco
sabato 31 ottobre 2020

Prato: parlare esperanto è un gioco

26-07-2006
Dal 29 luglio al 5 agosto si terrà a Prato il 37° Congresso internazionale dei bambini esperantisti, in contemporanea con il Congresso universale di esperti Patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali, che riunirà al Palazzo dei congressi di Firenze più di 2 mila persone provenienti da oltre 60 paesi di tutto il mondo. I 40 bambini esperantisti, di età compresa tra i 7 e i 13 anni, provengono da 14 nazioni: Giappone, Israele, Lituania, Svezia, Irlanda, Repubblica Ceca, Ungheria, Gran Bretagna, Belgio, Germania, Portogallo, Spagna, Francia e Croazia. I piccoli ospiti del congresso parlano 13 lingue madri diverse, ma per una settimana vivranno e giocheranno insieme grazie all'esperanto, che alcuni hanno imparato in famiglia e altri hanno studiato a scuola. I bambini visiteranno i musei e il Centro di Scienze naturali di Prato, per loro sono previste anche escursioni a Firenze, Pisa, Collodi e alla Val di Bisenzio. Infine la sera del 3 agosto una coppia di artisti kazachi, insieme alla loro bambina, ospite del congresso, terrà un concerto in esperanto nel parco di Villa Fiorelli a Prato.