Home > Webzine > Firenze: premio giornalistico dedicato a Mostafà Sohuir
domenica 17 novembre 2019

Firenze: premio giornalistico dedicato a Mostafà Sohuir

20-09-2006
Un premio giornalistico per la multiculturalità nei media dedicato alla memoria di Mostafà Sohuir, il giornalista scomparso nel 2001, che a Firenze aveva studiato all'Università di Scienze Politiche e aveva realizzato la trasmissione radiofonica Mondo News, programma multilingue di informazione e di servizio per le comunità minoritarie in Toscana. Il premio è stato istituito da Cospe in collaborazione con l'assessorato all'accoglienza e all'integrazione del Comune di Firenze, presieduto da Lucia De Siervo e Controradio, e si avvale anche del contributo della Commissione europea progetto Mediam'rad - Media, Diversità, Pluralismo, del patrocinio della Rai (segretariato sociale), della FNSI (Federazione Nazionale Stampa Italiana) e dell'ODG (Ordine dei giornalisti). Il concorso nasce con lo scopo di valorizzare la produzione mediatica multiculturale, e a rendere visibili quelle professionalità di origine immigrata che si sono affermate in questo settore. Nel nostro Paese, e nel più ampio contesto europeo infatti, la produzione mediatica multiculturale sta acquisendo un valore crescente all'interno del panorama editoriale e della società nel suo complesso. La scadenza di partecipazione è per il 30 settembre 2006. Dopo il successo delle prime due edizioni, dedicate ai format radiofonici e alle testate di carta stampata, quest'anno il premio si rivolge alla televisione. Potranno infatti concorrere tutti i format, o trasmissioni televisive, prodotti in Italia e diffusi da emittenti televisive in chiaro, satellitari, sul digitale terrestre o su web a carattere multiculturale (sia nel pubblico di riferimento che nei temi affrontati) e realizzati con il coinvolgimento diretto di cittadini immigrati, richiedenti asilo o rifugiati che hanno collaborato come autori, produttori o realizzatori. Saranno tre i premi previsti: uno alla carriera, che andrà ad un giornalista di origine etnica minoritaria che si è particolarmente distinto nel suo lavoro e per l'impegno nella realizzazione di un'informazione pluralista, lavorando nei mass-media a larga diffusione; un premio di 5.000 euro è previsto per la migliore produzione mediatica multiculturale, ed una menzione speciale per un'inchiesta, un documentario, un'intervista video realizzata da cittadini immigrati, singolarmente o in gruppo. La cerimonia di assegnazione dei premi avverrà il 25 novembre presso la sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi, sede della Provincia di Firenze e tutti i concorrenti saranno invitati. Il testo integrale del bando di concorso ed i moduli di partecipazione si possono scaricare dal sito www.premiomostafasouhir.it oppure rivolgersi alla segreteria organizzativa in via Slataper, 10 - 50134 Firenze. Telefono 055473556. La giuria di quest'anno è composta da Jean Leonard Touadi, presidente di giuria, Giovanni Anversa (RAI - Racconti di Vita), Nacera Benali, redattrice del quotidiano algerino Al Watan e Raffaele Palumbo, direttore di Controradio, oltre ai nuovi entrati Marina Cosi della FNSI, Carlo Romeo del Segretariato Sociale RAI ed Elisa Manna del Censis. Prestigiosi i nomi del giornalismo multiculturale che hanno ricevuto il premio nelle passate edizioni. Nel 2004 ne sono stati insigniti Faustin Akafack e Raymon Dessi, ideatori e conduttori della trasmissione radio Schede Mangiascatti e per la carriera Maria de Lourdes Jesus, storica voce di radio e televisione, pioniera dell'informazione multiculturale. L'anno scorso i 5.000 euro sono andati al periodico Bota Shqiptare ("Mondo albanese"). Il premio alla carriera è stato conferito a Farid Adly, giornalista di Popolare Network, fondatore dell'agenzia stampa Anbamed e collaboratore di diversi quotidiani.