Home > Webzine > Al Parterre il Mercatino della Solidarietà ANT
lunedì 18 novembre 2019

Al Parterre il Mercatino della Solidarietà ANT

13-09-2006

Per il terzo anno consecutivo, la Fondazione ANT Italia ONLUS, in collaborazione con il Consiglio di Quartiere n. 2 e il Centro Anziani Parterre, organizza il Mercatino della Solidarietà, che si terrà il 23 e 24 settembre prossimi nella sala del Centro Anziani del Parterre, in Piazza della Libertà. Chiunque volesse donare oggetti in buone condizioni per l’iniziativa (oggettistica e biancheria per la casa, borse e pelletteria, cd musicali e dvd, giochi) e offrire il proprio aiuto come volontario nei giorni del mercatino, può mettersi in contatto da subito con la sede ANT di Firenze al n. 055.5000210. Il ricavato dell'iniziativa servirà a sostenere l'Hospice Domiciliare Oncologico (HOD-ANT) di Firenze-Prato-Pistoia: 6 medici, 2 infermieri e una psicologa che assistono gratuitamente a domicilio, 24 ore su 24, 365 giorni l'anno, i malati di tumore residenti nelle tre Province. Chi volesse saperne di più sul Mercatino e offrire il proprio aiuto come Volontario, può telefonare alla sede di Firenze al n. 055.5000210 o visitare il sito internet www.antfirenze.com. Dal 1985 l'ANT, nata a Bologna nel 1978 per volere dell’oncologo Franco Pannuti, ha assistito più di 50.000 persone, con una media giornaliera di 2.863 assistiti. Tutte le attività di assistenza domiciliare vengono portate avanti grazie all'impegno di oltre mille Volontari presenti sul territorio nazionale con 119 delegazioni. Il personale sanitario è invece retribuito. Lo strumento principale attraverso cui l'ANT offre la sua assistenza sono gli HOD-ANT, "ospedali che non si vedono" fatti di persone competenti e specializzate nel loro lavoro (medici, psicologi, infermieri), di apparecchiature e di farmaci che vengono portati a casa dei Malati. Sono 27 gli HOD-ANT presenti in Italia. L'equipe medico infermieristica ANT offre gratuitamente ai Sofferenti di tumore: assistenza medico-infermieristica, cura della persona, trasporto in ospedale, consegna di presidi medici, sostegno psicologico ed economico.

di Leonardo Lodolini