Home > Webzine > Bimbi italiani più maleducati d'Europa
giovedì 21 novembre 2019

Bimbi italiani più maleducati d'Europa

06-11-2006
I bambini italiani sono i più maleducati d'Europa. E questo secondo uno studio condotto tra 2500 operatori turistici in Francia, Stati Uniti, Grecia, Gran Bretagna e Spagna da un'equipe internazionale diretta da Massimo Cicogna, psicoantropologo della Fondazione Ipsa. Disturbano in aereo in gita scolastica distruggono stanze d'albergo, nei ristoranti schiamazzano e scorrazzano. Eccessi, esagerazioni, casi isolati? Non tutti i bimbi si comportano come Attila, è ovvio, ma molti ci provano. E a tutte le età. Grazie per loro è una parola tabù, mangiare in maniera composta un traguardo inarrivabile, distogliere per un attimo l'attenzione dalla play station per ascoltare l'interlocutore un'impresa ardua, smontare la loro concentrazione su sms e chat a favore dello studio scolastico una battaglia quotidiana, e così via. Il problema è antico, seppure aggiornato all'era di internet e videogame. Se n'era occupato Erasmo da Rotterdam nel trattato "De civitate morum puerilium" ed era il 1530, senza contare il contemporaneo Monsignor della Casa, e molti altri nei secoli successivi. Ma oggi più che mai è chiaro che bambini lasciati allo stato brado saranno con ogni probabilità dei cafoni e che allo stesso tempo bambini vittime di troppi divieti saranno adulti nevrotici. Tra il permissivismo post 68 e l'ipercontrollo c'è una terza via che darà la giusta autonomia al bambino senza farne un mostro ingestibile.