Home > Webzine > Energia: le buone pratiche del consumo domestico
mercoledì 30 novembre 2022

Energia: le buone pratiche del consumo domestico

05-12-2006
Wwf e Ras hanno presentato la prima ricerca web sulle pratiche di consumo energetico domestiche degli italiani, realizzata da Makno & Consulting, con oltre 2.000 interviste. L’efficienza energetica è una riserva di “energia nascosta” nelle nostre case: sfruttarla può contribuire a diminuire le emissioni dei gas serra e, di conseguenza, il loro devastante impatto sul clima. Il WWF ricorda che le famiglie italiane contribuiscono a questo fenomeno, con oltre il 30% dei consumi energetici nazionali, che corrispondono al 27% circa delle emissioni nazionali di gas serra. Ogni italiano, quotidianamente, compie azioni che corrispondo all’emissione di 21 kg di anidride carbonica. Per quanto riguarda le case, quelle italiane sembrano essere tra le più sprecone d’Europa : consumano 150-200 kWh/m2 l’anno, rispetto ai 70 kWh/m2 delle case tedesche, mentre una casa ben costruita può avere un “risparmio” che raggiunge i 30 kWh/m2 l’anno, un bel taglio alle emissioni di gas serra e per le proprie tasche. Per esempio, la messa in efficienza di elettrodomestici di uso comune, grazie alla sostituzione di apparecchi classe D o E con analoghi di classe A o A+, quali lampadine, frigoriferi e lavatrici, permetterebbe a ogni famiglia italiana di risparmiare sulla bolletta fino a 280 euro l’anno. Ma ne sappiamo abbastanza di eco-lampadine, di pannelli fotovoltaici, di eco-elettrodomestici, di consumi delle caldaie più efficienti? Sappiamo da dove partire per rendere efficiente la nostra casa? Insomma, siamo sufficientemente preparati al salto di qualità che potrebbe incidere sulla riduzione dei gas serra del nostro paese, e anche sulle bollette? Il 2 e 3 dicembre il Wwf ha organizzato in 100 città italiane stand di casa ecologica per promuovere l'efficienza energetica: tutti potranno prenotare un check-up gratuito della propria abitazione con un tecnico qualificato appositamente formato per questa iniziativa.

di Duccio Tronci