Home > Webzine > La Festa delle Donne
giovedì 21 novembre 2019

La Festa delle Donne

07-03-2007
Comune, Provincia e Regione in prima fila per ricordare l'anniversario ( 8 marzo 1908) dell'assassinio di 129 operaie, a New York, bruciate vive dal proprietario della fabbrica tessile Cotton perchè protestavano contro le terribili condizioni di lavoro a cui erano costrette. Ed è al lavoro che pensa la Provincia con il convegno giovedì 8 marzo, mattina, in cui verranno presentati i dati sull'occupazione femminile, le attività messe in atto dall'ente in materia di lavoro a favore delle donne e di servizi per facilitare la vita quotidiana. In questo senso va anche la realizzazione a Palazzo Medici Riccardi di un asilo che sarà inaugurato a settembre di quest'anno e che ospiterà i bambini dei dipendenti della provincia e per il 30% i bambini del Quartiere 1. Nel segno del lavoro, quello etico, anche l'incontro di Palazzo Vecchio dal titolo “Tessere il futuro. La storia della fabbrica di camicie in India”( 0re 17,00 Salone dei Dugento). Si tratta del progetto intrapreso dal 2003 da Unicoop Firenze in un villaggio dello stato di Kerala, nel sud dell'India. 125 sono le donne indiane che lavorano in questa fabbrica che produce camicie, tutte impiegate con un contratto di lavoro collettivo e con un sistema di reciproca mutualità che garantisce maternità e assistenza sanitaria, motivi per i quali il progetto ha ottenuto l'Ethic Award. Nel segno della lotta alla violenza invece l'incontro dell’otto marzo alle 15 al Teatro di Rifredi organizzato dalla Regione Toscana al quale parteciperanno l'assessore alle pari opportunità, Susanna Cenni, Susanna Bonsanti, Presidente di Libertà e Giustizia, la parlamentare diessina e moglie del giuslavorista D'Antona, ucciso dalle BR (Brigate Rosse) nel ‘99, il magistrato Ornella Galeotti e Bianca Paganini rappresentante dell'Associazione Nazionale Ex Deportati. Il focus infatti in questo caso è sulle modalità con cui le donne hanno reagito alle persecuzioni di cui sono state vittime i familiari (l'uccisone di padri o mariti nel caso del terrorismo e delle deportazione) o subite da loro stesse nel caso delle deportazioni. Alle 15 invece presso la sede del Consiglio Regionale in via Cavour 4, presentazione della “Carta Europea per l'uguaglianza di donne e uomini nella vita locale e regionale”. Libere Tutte organizza invece una manifestazione con partenza da Piazza Annigoni alle 17,30 per rivendicare il diritto all'autodeterminazione delle donne. Si prosegue poi la sera con una cena (sempre Libere Tutte) al Circolo Arci Isolotto in via Maccari 104, a seguire concerto dei Luongerie di Livorno.