Home > Webzine > Liberazione: Fanciullacci e Totaro
venerdì 15 novembre 2019

Liberazione: Fanciullacci e Totaro

24-04-2007
Martedì 24 Aprile alle ore 9.00 si svolgerà presso il Tribunale di Firenze l'udienza del processo per diffamazione nei confronti del partigiano Fanciullacci che vede imputati il sen. Achille Totaro insieme ad altri esponenti di Alleanza Nazionale, tra i quali il consigliere comunale Stefano Alessandri. Era il 10 Gennaio 2000 quando, nel corso di una seduta di Consiglio in Palazzo Vecchio a Firenze, l'allora Consigliere comunale di An Totaro definiva il partigiano Bruno Fanciullacci «l’assassino che uccise Giovanni Gentile». In seguito a quelle dichiarazioni, pur non negando che l’omicidio del filosofo Gentile fosse avvenuto per mano di Bruno Fanciullacci,la sorella del partigiano Giuseppina e le Associazioni antifasciste di Firenze risposero con l’accusa di diffamazione ai danni del partigiano e della resistenza tutta. Il giudice, nella prima udienza, ha respinto la costituzione di parte civile delle associazioni partigiane, accettando invece come tale la sorella. Nell’ultima udienza è stato ascoltato come testimone il nipote del filosofo Gentile, l’editore Giovanni Gentile.