Home > Webzine > ''In - Forum'': Ragazzi che diventano cittadini
sabato 10 dicembre 2022

''In - Forum'': Ragazzi che diventano cittadini

09-05-2007
Circa 3000 ragazzi sono i protagonisti, oggi e giovedì 10 maggio al teatro Saschall di Firenze, della due giorni dedicata ai percorsi di educazione alla cittadinanza. Si tratta di "In - Forum Cittadini Crescono". L'evento raccoglie ad esempio le esperienze dei progetti "Le Chiavi della Città", oppure lo scambio-incontro tra studenti di Firenze e quelli di Polistena che fa parte del progetto promosso dalla Unicoop "Noi con gli altri" e realizzato in collaborazione con l'assessorato alla pubblica istruzione e con l'associazione Libera. Nell'occasione saranno presenti alcuni rappresentanti della Cooperativa agricola della Valle del Marro in Calabria, che sorge sui terreni confiscati alla mafia, e che nel mese di aprile è stata vittima di un grave attentato mafioso. Con questo grande evento il Saschall si trasforma per due giorni in una piccola comunità globale, un villaggio dei diritti dove si parla di legalità, di solidarietà, di amicizia dei ragazzi. "In-Forum Cittadini crescono" è l'evento organizzato dall'assessorato alla pubblica istruzione, con lo scopo di ampliare una riflessione sul rispetto dei diritti, della promozione alla cittadinanza e alla legalità. Questa seconda edizione è all'insegna dei linguaggio come strumento di diritti e di partecipazione per tutti: ne è testimonianza la presenza della Cooperativa Elfo e dei Centri di alfabetizzazione dell'assessorato che, rispettivamente con il linguaggio dei segni e delle lingue dei ragazzi stranieri nelle nostre scuole (cinese, rumeno, arabo, albanese, inglese, francese, tagalog, romanè...) daranno un benvenuto ai "messaggeri" di "In Forum all'inizio delle due giornate, sotto forma di gioco e con piccole performance. In particolare le giornate affrontano i temi dei quattro progetti delle Chiavi della Città: "Il villaggio dei diritti", "Si saldi chi può", "Poke ma regole", "La Costituzione italiana". Ai progetti hanno aderito circa 3.000 alunni di 58 scuole elementari e medie inferiori e 124 classi con 108 insegnanti. Ampio spazio è dedicato alla loro documentazione, che sarà visibile attraverso video, Dvd e mostre dei lavori realizzati dalle classi che si riferiscono ai temi trattati con attività laboratoriali; i temi principali hanno riguardato le forme di sfruttamento minorile, l'educazione al consumo e alla sobrietà, le regole che nascono dalla consapevolezza dei comportamenti quotidiani e la conoscenza della costituzione come base della democrazia con una metodologia attiva e di ricerca azione che ha fatto partecipare tutti i ragazzi rendendoli protagonisti delle loro produzioni e idee. I progetti sono stati realizzati grazie al lavoro comune tra l'assessorato alla pubblica istruzione con la Cooperativa sociale Macramè, l'Associazione Libera Toscana e l'Arci di Firenze e Fila Giotto.