Città di Firenze
Home > Webzine > I sentieri della libertà
sabato 13 aprile 2024

I sentieri della libertà

05-06-2007
Torna sabato 9 e domenica 10 giugno “Camminando sui sentieri della libertà”, l’iniziativa organizzata dal “Comitato della memoria”, formato dai Comuni di Pontassieve e Pelago, dalle sezioni soci Coop Valdisieve e Firenze Nord Est, da Anpi Valdisieve e dal Gruppo escursionistico Geo. L’iniziativa – giunta alla sua V edizione – vuole rendere omaggio ai martiri della Resistenza, ripercorrendo i passi della storia lungo il filo della memoria e dei ricordi. Il percorso parte sabato 9 giugno dalla Piazza del Comune di Vicchio di Mugello, quando dopo i saluti iniziali ai partecipanti, la “carovana” si dirigerà verso Padulivo, luogo dove venne effettuato un tremendo eccidio nazi-fascista ai danni di civili inermi e innocenti. Dopo la sosta si continuerà a salire verso Barbiana, storica località dove esercitò l’insegnamento Don Lorenzo Milani, per proseguire verso la vetta del Monte Giovi. La prima giornata si concluderà a Doccia dopo avere attraversato l’area naturale protetta di Poggio Ripaghera (Santa Brigida). Domenica 10 giugno è prevista la camminata da Doccia fino per far ritorno al Comune di Pontassieve. Durante il percorso i partecipanti alla camminata faranno sosta alla cerimonia ufficiale di commemorazione del 63° eccidio della Pievecchia, dove l’amministrazione Comunale di Pontassieve ricorda strage nazifascista avvenuta l’8 giugno del 1944 quando i soldati nazisti fucilarono 14 civili. Per questi tragici eventi al Gonfalone del Comune di Pontassieve è stato assegnata la Medaglia di Bronzo al Merito Civile conferita con decreto del 23 dicembre 2005 dall’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.Per partecipare alla camminata non occorre una specifica preparazione atletica. Quest’anno, come novità rispetto agli anni precedenti, parteciperanno non solo escursionisti a piedi, ma anche a cavallo ed in mountain-bike, sempre sotto la guida dei responsabili del Comitato, che provvederanno a guidare le escursioni lungo i sentieri dei bellissimi paesaggi che verranno attraversati e ad organizzare il tutto, anche in ambito di sicurezza, con l’aiuto di Croce Azzurra e Misericordia.