Home > Webzine > A Firenze lo scultore Sotoo, al lavoro alla Sagrada Familla
sabato 26 novembre 2022

A Firenze lo scultore Sotoo, al lavoro alla Sagrada Familla

12-06-2007
Dal 1978 lo scultore giapponese Etsuro Sotoo ha deciso di dedicare la propria arte e il proprio lavoro al compimento della Sagrada Familla, la grandiosa opera dell'architetto Antoni Gaudì che rappresenta sicuramente la più famosa chiesa-cantiere del mondo: iniziata a costruire oltre un secolo fa, deve ancora vedere definitivamente la luce nella sua forma compiuta; secondo le ultime stime, i lavori si dovrebbero concludere nel 2020 ma forse ci vorrà di più.  Sabato 15 giugno Sotoo sarà a Firenze, nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, a raccontare la sua esperienza nel convegno "Costruire una cattedrale, costruire la città", organizzato dalla Compagnia delle Opere, con inizio alle 9.45. L'iniziativa, in collaborazione dell'assessorato all'urbanistica e la quinta commissione consiliare, ha il patrocinio di Comune, consolato di Spagna, ordine degli ingegneri e ordine degli architetti. Ai tempi della morte di Gaudì la facciata della Natività della chiesa era arrivata a 100 metri d'altezza con la prima torre campanaria. Oggi un'èquipe internazionale di 24 architetti tenta di portare a termine il progetto con il supporto di software di modellazione 3D, programmi di realtà virtuale e robot che tagliano la pietra. Otto delle dodici torri delle facciate - alte 140 metri - sono terminate. Ma è davvero un lavoro immane. Basti pensare che per un solo capitello occorre progettare 26 pezzi di forme diverse, che vengono poi incastrati l'uno nell'altro.