Home > Webzine > Al via l'Estate Fiesolana
domenica 27 novembre 2022

Al via l'Estate Fiesolana

15-06-2007
Il “Winterreise” (“viaggio d’inverno” ) di Franz Schubert - viaggio dello spirito, attraverso tutte le dimensioni e le passioni che l’uomo può provare - è l'evento che inaugura con la musica classica, venerdì 15 giugno, L'estate Fiesolana. Alle 17, nell'Aula Magna del Seminario Vescovile di Fiesole (p.zza Mino da Fiesole), l'incontro su Franz Schubert cui interverranno Ernesto Napolitano, Romano Pezzati, Giovanni Guanti - alcuni dei massimi esperti di Schubert in Italia. Alle 21.00, presso chiesa di San Domenico di Fiesole, il “Winterreise”, op.89 D 911 di Schubert: gli esecutori saranno di assoluto rilievo, un pianista e un tenore (Matteo Fossi e Leonardo De Lisi) che sono tra i nomi e gli artisti italiani di massima levatura. Amici nella vita, portano avanti lo studio della partitura come si dovrebbe fare sempre: tante prove, tanto studio, tanta passione e preparazione. Giunta alla 60° edizione, l’Estate Fiesolana festeggia tanta longevità con un festival improntato alle produzioni originali. La programmazione si articolerà tra musica classica, prosa, cinema, jazz, arte, concentrandosi in un mese denso di appuntamenti. La produzione originale in questo caso si è concretizzata con la formazione di un’orchestra “ad hoc” l’Orchestra da camera I Nostri Tempi, composta da 35 giovani musicisti, che eseguiranno L’incompiuta di Schubert, ma accompagneranno anche Petra Magoni e Ginevra di Marco in un florilegio da Byork ai Pink Floyd. Il Premio Fiesole ai Maestri del Cinema, giunto alla sua 41esima edizione ed inserito nella cornice dell’Estate Fiesolana, premierà l’outsider Spike Lee, vanto del cinema indipendente statunitense, al quale saranno, tra l’altro, dedicati cinque giorni di proiezioni. Dopo il successo delle prime due edizioni, si riconferma l’appuntamento con Vivere Jazz Festival: dal 28 giugno al 1 luglio quattro intense giornate di appuntamenti con i protagonisti della scena jazz italiana ed internazionale sotto la direzione artistica di Stefano Bollani. Per l’arte l’omaggio a Fernando Farulli, a dieci anni dalla scomparsa del pittore fiorentino opere pittoriche e grafiche verranno gratuitamente esposte al pubblico. Chiuderà la 60° edizione la prosa con Il Deserto dei Tartari, connubio tra teatro e musica del capolavoro di Dino Buzzati, ideato e messo in scena, in prima nazionale per Estate Fiesolana, da Occupazioni Farsesche ed Andrea Chimenti.