Home > Webzine > L'assessore Cioni dichiara guerra ai posteggiatori abusivi
mercoledì 28 ottobre 2020

L'assessore Cioni dichiara guerra ai posteggiatori abusivi

11-09-2007
Dai lavavetri ai posteggiatori abusivi: c'è un nuovo fronte per il giro di vite su sicurezza e degrado per la giunta comunale fiorentina. Dopo l'ordinanza che il 25 agosto scorso ha previsto multe severe e anche sanzioni penali per i lavavetri, ora l'amministrazione comunale rivolgerà la propria attenzione verso quei parcheggiatori irregolari che chiedono denaro agli automobilisti adottando atteggiamenti insistenti e aggressivi quando non violenti. La questione è stata messa all'ordine del giorno del prossimo Comitato provinciale per la sicurezza pubblica. "Un fenomeno preoccupante" per l'assessore alla Sicurezza e alla vivibilita urbana Graziano Cioni, che denuncia l'inefficaccia degli strumenti a disposizione dell'amministrazione comunale: c'è infatti un sistema di controlli e di contravvenzioni, come pure un sistema di denunce e arresti, "ma alla fine i posteggiatori abusivi sono sempre al lavoro su piazze e strade. Da gennaio 2007 sono state 11 le denunce da solo da parte dei vigili urbani, 111 le contravvenzioni (mentre dal 2003 al 2006 sono state solo 80). In totale a Firenze i posteggiatori abusivi sarebbero una ventina, localizzati da piazza Vittorio Veneto a Careggi, da viale Petrarca a Lungarno Vespucci: si presentano con tanto di pettorina arancione e si fanno consegnare i soldi dagli automobilisti che cosi', non pagando il parcometro, rischiano la multa. Con le norme attuali i vigili urbani possono colpire i posteggiatori solo con multe che vanno da 675 a 2.714 euro - puntualmente non vengono pagate perché i posteggiatori abusivi sono sempre persone insolvibili.