Home > Webzine > Oggi e domani a Firenze il convegno sull'immigrazione
domenica 08 dicembre 2019

Oggi e domani a Firenze il convegno sull'immigrazione

21-09-2007
Si è aperto oggi in Palazzo Vecchio a Firenze, l'atteso convegno nazionale sull'immigrazione, che vede a confronto governo, enti locali ed associazioni sui temi della gestione del fenomeno migratorio e le politiche di inclusione e sicurezza. Un appuntamento molto atteso, dato che proprio i temi della sicurezza nelle città, della criminalità diffusa associata all'immigrazione clandestina, della richiesta di maggiori poteri da parte di alcuni sindaci e la contestata ordinanza anti-lavavetri sono stati al centro del dibattito politico, anche a liello nazionale, nelle ultime settimane. Ad aprire i lavori del summit dal titolo "Verso una società multiculturale', organizzato dall'Associazione Nazionale del Comuni Italiani (Anci) e dal Ministero dell'Interno, il sindaco di Firenze e presidente dell'Anci Leonardo Domenici, che nel suo intervento ha parlato a nome dei sindaci della maggiori città italiane: "Abbiamo bisogno di una maggiore efficienza delle istituzioni, di iniziative contro il razzismo, di maggiori risorse per la casa e il lavoro, per realizzare pienamente l'obiettivo dell'inclusione sociale, abbiamo bisogno di progetti mirati anche nella scuola" ha detto Domenici, che ha aggiunto: "Dobbiamo contrastare il fenomeno dell'immigrazione clandestina" e combattere "l'illegalità diffusa". Porprio durante il suo intevento Domenici è stato anche oggetto di una piccola contestazione da parte di alcuni presenti, che hanno estratto dei cartellini rossi - un modo per sanzionare, come nel calcio, il sindaco e rendere evidente la disapprovazione per la cosiddetta ordinanza anti-lavavetri. Contro la stessa ordinanza è stato avviato anche uno sciopero della fame a staffetta promosso dall'assemblea dei movimenti e delle associazioni riunitasi alla Piagge cui hanno aderito circa 60 persone: stamattita la protesta contro l'ordinanza è stata portata da Tiziano Cardosi e Don Alessandro Santoro, con indosso un cartello-sandwich con scritto "oggi digiuno per l'immediato ritiro dell'ordinanza sui lavavetri". Il parroco dele Piagge ha cercato di entrare nel Salone dei 500 con il cartello, ma gli è stato impedito dalle forze dell'ordine. Nella giornata di oggi, proprio i primi cittadini delle città metroplitane si confronteranno sulle strategie da mettere in atto nella gestione dei problemi e delle tensioni tra cittadini e migranti. Attesa la parteciapzione anche del Ministro per la Solidarietà Sociale Paolo Ferrero. Domani invece sarà a Firenze il Ministro dell'interno Giuliano Amato. Sarà però anche la giornata della manifestazione di protesta "contro la deriva securitaria" organizzata da una serie di associazioni, comunità di migranti, delle forze politiche cittadine: il corteo si riunirà alle 9,30 in piazza San Marco, per attraversare il centro di firenze e concludersi nel piazzale degli Uffizi, dove verrà organizzato anche una performance teatrale dal titolo "La ballata del lavavetri".