Home > Webzine > Guerra alla sosta selvaggia a Firenze
venerdì 22 novembre 2019

Guerra alla sosta selvaggia a Firenze

23-10-2007
Il Comune di Firenze contro la sosta selvaggia, ed in particolare contro quella in doppia fila. Prendono il via in questi giorni una serie di iniziative di prevenzione e contrasto che prevedono anche l'utilizzo degli ausiliari della Sas (Società servizi alla Strada). "Anche la sosta selvaggia è un elemento che concorre al progressivo degrado della città e in particolare del centro storico - ha spiegato il vicesindaco Giuseppe Matulli - senza dimenticare l'intralcio alla circolazione stradale e al transito dei bus. E' proprio la sosta in doppia fila una delle cause principali dei ritardi del trasporto pubblico".
Dal punto di vista operativo, il progetto si concretizza in una serie di iniziative: da domani e fino a giovedì 1° novembre una task force di 20 agenti della Polizia Municipale sarà adibita al compito esclusivo di reprimere le soste in seconda fila delle strade più colpite dalla doppia fila e sulle principali direttrici del centro.
Sempre da giovedì 1° novembre gli ausiliari della sosta della Sas (Società servizi alla strada) torneranno ad avere compiti di verbalizzazione non solo all'interno delle strisce blu delle ZCS, ma in tutte le strade date in concessione dal Comune; quindi potranno reprimere le soste abusive non solo all'interno delle strisce bianche, ma anche al di fuori di queste, comprese le soste in seconda fila, le soste sulle intersezioni, e sugli attraversamenti pedonali.
Inoltre, da lunedì 25 novembre prenderanno servizio su strada 30 agenti a tempo determinato (saranno assunti il 10 novembre ma dovranno frequentare un corso apposito di formazione) destinati alla protezione dell'area pedonale e della corsia riservata ai mezzi pubblici sulla direttrice Panzani-Cerretani-Martelli-Cavour. Questo servizio consisterà nella chiusura fisica degli accessi ai non autorizzati da piazza San Marco, via Guelfa, via dei Servi e nella repressione delle soste abusive, in particolare in seconda fila, sulle aree adiacenti e in via Cerretani e in via Panzani.
I servizi nei quartieri periferici saranno effettuati a bordo di scooteroni 250 centimetri cubici, per consentire una maggiore dinamicità e coprire una maggiore porzione di territorio; sui viali opereranno i motociclisti mentre in centro si privilegeranno le pattuglie appiedate.