Home > Webzine > Letture e spettacoli degli studenti contro la pena di morte
giovedì 01 dicembre 2022

Letture e spettacoli degli studenti contro la pena di morte

21-11-2007
Una serie di letture pubbliche contro la pena di morte, messe in scena anche da studenti delle scuole superiori di Firenze negli stessi luoghi dove nel passato venivano eseguite le condanne capitali, ripercorrendo quelle strade e quelle piazze calcate dai passi di condannati, gendarmi, confortatori e spettatori. Un modo per riflettere se il se il valore della vita umana è diventato una conquista per tutti ovunque. In occasione della Festa della Toscana - che si celebra ogni anno il 30 novembre in ricordo della Riforma Penale con cui, il 30 novembre 1786 il Granduca Pietro Leopoldo abolì in Toscana per la prima volta nel mondo, la pena di morte - l'Assessorato alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Giovanili promuove l'iniziativa “L’Ultimo Desiderio: la fine della pena di morte”. Il prossimo 28 novembre, oltre ad attori professionisti e a politici, queste letture verranno rappresentate da gruppi di studenti di due istituti superiori di Firenze: sul sagrato di Santa Croce i ragazzi dell'Istituto di Istruzione superiore “Leonardo da Vinci” metteranno in scena “Il processo a “Frà Michele da Calci” (ore 14,30), mentre in piazza della Signoria, sulla Loggia dei Lanzi, gli studenti del liceo-ginnasio “Galileo” rappresenteranno “Il processo e l’esecuzione di Frà Girolamo Savonarola”. Un evento culturale che coinvolgerà in maniera emozionante le vie e le piazze del centro storico e cui tutti gli studenti e gli insegnanti sono invitati a partecipare.