Home > Webzine > I risultati dell'indagine Doxa sulla tramvia fiorentina
domenica 17 novembre 2019

I risultati dell'indagine Doxa sulla tramvia fiorentina

18-12-2007
Un sondaggio per capire cosa pensano i fiorentini della futura tramvia. I risultati dell'indagine, commissionata dal Comune di Firenze all'agenzia demoscopica Doxa, sono stati elaborati sulla base delle risposte di 1.200 interviste telefoniche ad un campione rappresentativo della popolazione fiorentina adulta realizzate tra il 23 novembre e il 1° dicembre 2007 e riguardanti le abitudini di spostamento dei fiorentini, il livello di soddisfazione nei confronti del trasporto pubblico e i motivi di soddisfazione/insoddisfazione, le opinioni su alcuni aspetti legati alla mobilità nell'area metropolitana di Firenze, il grado di accordo con la realizzazione della tramvia, l'intenzione di utilizzarla e i motivi. Ebbene, i dati raccolti dicono che il 57,6% dei rispondenti si è detto d'accordo con la realizzazione della tramvia, il 30% contrario. I sostenitori della tramvia ritengono, in base all'indagine, che sia un mezzo ecologico e moderno, mentre i denigratori pensano che non risolverebbe il problema del traffico e che è esteticamente sgradevole per il contesto storico-monumentale. C'è anche molta voglia di far sentire la propria voce: tre intervistati su quattro hanno dichiarato di voler andare a votare al referendum che si terrà il prossimo 17 febbraio sulle linee 2 e 3 della tramvia. Una percentuale simile ha detto che utilizzerà il nuovo mezzo di trasporto una volta in funzione. Chiamati a dare un giudizio sulla situazione del traffico in città la quasi totalità degli interpellati (92%) ha definito il traffico cittadino "eccessivo e caotico", anche se la metà utilizza l'auto per le proprie commissioni, snobbando i mezzi pubblici. Riguardo il sistema di trasporto pubblico locale, il 42,9% è soddisfatto, il 40,9% evidenzia uno grado di soddisfazione medio-basso e il 16,2% esprime insoddisfazione. Tra i principali motivi di insoddisfazione, vi sono la mancanza di puntualità, l'inefficienza del servizio per la lentezza degli spostamenti, l'assenza di corsie preferenziali ed il sovraffollamento dei mezzi.