Home > Webzine > Tribunale di Firenze contro la Legge 40 sulla fecondazione assistita
venerdì 22 novembre 2019

Tribunale di Firenze contro la Legge 40 sulla fecondazione assistita

24-12-2007
Un'ordinanza-sentenza che scardina la legge 40 sulla fecondazione assistita, quella emessa dal giudice Isabella Mariani del Tribunale di Firenze. Il magistrato ha accolto il ricorso presentato da una coppia trentenne milanese contro il Centro Demetra di Firenze, ha stabilito che è lecito eseguire i test sugli embrioni da impiantare in una fecondazione assistita, se c'e' il rischio di trasmettere una grave malattia genetica. La donna è infatti portatrice di una grave malattia, la esostosi, che genera la crescita smisurata della cartilagine delle ossa. La struttura, seguendo la legge, non aveva accettato di fare i test sugli embrioni. Se il Centro Demetra non fara' ricorso in appello, l'ordinanza diventera' esecutiva. "Il divieto di diagnosi preimpianto - scrive il giudice nell'ordinanza - non esiste essendo stato posto illegittimamente dalle sole linee guida della legge 40/04 che vanno pertanto disapplicate". Il giudice stabilisce anche che e' lecito rifiutare il numero obbligatorio di tre embrioni se una gravidanza gemellare puo mettere a rischio la salute della madre.