Home > Webzine > Presidio del Movimento Antagonista Toscano a Firenze
martedì 19 novembre 2019

Presidio del Movimento Antagonista Toscano a Firenze

11-01-2003
"La Toscana non è zona di guerra fuori Camp Darby dalla nostra terra". Con questo slogan una settantina di esponenti del Movimento Antagonista Toscano hanno protestato, nel pomeriggio di giovedì 27 Febbraio, davanti alla sede della Regione toscana a Firenze. Hanno srotolato uno striscione su cui campeggiava la scritta "Stop war - stop Camp Darby" e hanno occupato per circa due ore via Cavour. Gli Antagonisti hanno chiesto alla Regione di prendere posizione sulla presenza della base americana in territorio toscano e di negare l'autorizzazione all'ampliamento della struttura. "Non si può andare a Porto Alegre e accettare la presenza di una base americana in Toscana" ha dichiarato Lorenzo Bargellini, esponente di punta del Movimento. Il presidio si è concluso con l'incontro di due rappresentanti degli Antagonisti e il capo di gabinetto della Presidenza della Regione, che ha promesso una risposta ufficiale nei prossimi giorni. La manifestazione di Firenze si è svolta mentre in contemporanea a Pisa una quarantina di Antagonisti occupava il Consiglio Comunale della città per impedire l'allargamento dello stretto dei Navicelli per il trasporto delle armi americane. La seduta è stata sospesa. E la protesta non si ferma, in attesa della manifestazione nazionale contro la guerra, prevista l'8 Marzo proprio davanti alla base militare Usa di Camp Darby.