Home > Webzine > Conclusa l'inchiesta sul fallimento della Confcommercio di Firenze
mercoledì 30 novembre 2022

Conclusa l'inchiesta sul fallimento della Confcommercio di Firenze

11-01-2008
Viaggi all'estero non 'istituzionali', consulenze esterne non giustificate affidate a parenti, finanza creativa. Sono alcune delle condotte dei vertici dell'ex Confcommercio di Firenze che, secondo la procura e la guardia di finanza fiorentina, avrebbero portato al dissesto dell'associazione, dichiarata decaduta un anno fa con un deficit di 8 milioni di euro. Arresti domiciliari come misura cautelare chiesti dal gip Ferrante per gli ex vertici di Confcommercio Firenze e di una società ad essa collegata. I destinatari dei provvedimenti gli ex presidenti di Confcommercio dal 2000 al 2006, Paolo Soderi e Maurizio Brogioni, l'ex direttore dell'associazione, Cesare Vannini, oltre a Mario Accardi e Marco Squillantini, che occupavano ruoli dirigenziali in una società collegata.