Home > Webzine > Pm10: nei capoluoghi toscani ancora troppi gli ''sforamenti''
giovedì 21 novembre 2019

Pm10: nei capoluoghi toscani ancora troppi gli ''sforamenti''

14-01-2008
Polveri sottili ancora alte nelle città toscane: 8 capoluoghi su 10 sforano i limiti di legge. E' quanto rivela "Pm10 ti tengo d'occhio!", il tradizionale monitoraggio delle polveri sottili compiuto da Legambiente in base ai dati 2007 delle centraline Arpat. In base a decreto ministeriale del 2002 la concentrazione di particolato nell'aria non deve sforare per più di 35 giorni in un anno i 50 microgrammi per metro cubo; i limiti si intendono sforati anche se la media annuale delle Pm10 supera i 40 microgrammi. Non è rassicurante la situazione che emerge, anche se in lieve miglioramento rispetto allo scorso anno, in cui tutti i Comuni monitorati sforavano i limiti. Siena e Grosseto infatti nel 2007 hanno superato la soglia delle Pm10 solo 12 e 29 volte. Molto male continuano invece a fare Lucca (129 superamenti) e Carrara (77). A Pistoia va il record del valore più alto registrato nel corso dell'anno, con una concentrazione al 22 dicembre di 235 microgrammi. Firenze migliora di poco rispetto al 2006 e sfora per 76 giorni. Un po' meglio Arezzo e Pisa, che superano per 56 e 46 giorni. Poco decifrabile invece la situazione di Livorno e Prato, dal momento che, soprattutto nel caso di quest'ultimo, i giorni in cui il dato non era disponibile erano molto elevati.