Home > Webzine > A Firenze un... ''Coro delle lamentele''
venerdì 22 novembre 2019

A Firenze un... ''Coro delle lamentele''

25-02-2008
Un “Coro delle Lamentele” a Firenze: non è però l'ennesima protesta per il traffico, l'inquinamento o il costo della vita. E' invece un'inziativa artistica e culturale a livello internazionale che ora coinvolge il capoluogo toscano, promossa dall’associazione culturale STart con il contributo dell’assessorato alla Partecipazione del Comune di Firenze. Il progetto nasce nel 2005 a Birmingham da un'idea degli artisti Tellervo Kalleinen e Oliver Kochta-Kalleinen che, partendo dalla considerazione che gli abitanti di tutte le città del mondo amano lamentarsi sulla propria città e sulla vita in generale, hanno tradotto questo fenomeno in un’iniziativa ironica, divertente e coinvolgente: un gruppo di cittadini desiderosi di creare con l’aiuto di un compositore una canzone, da cantare poi in gruppo come coro nelle piazze e nei luoghi pubblici della città. Fino ad oggi hanno partecipato all’iniziativa 14 città in tutto il mondo. Di ogni coro viene realizzato un video da inserire sul sito www.complaintschoir.org che documenta le tappe internazionali dell’iniziativa. Firenze sarà la prima città italiana a partecipare a questo progetto entrando a fare parte della mappatura mondiale dei Cori delle Lamentele. Per partecipare ogni cittadino può inviare una propria lamentela. Per mantenere la dimensione ironica e leggera del progetto, le lamentele raccolte nella canzone spazieranno dai riferimenti alla città, a stati d’animo “esistenziali”, dalle questioni importanti alle piccole lamentele legate al quotidiano anche più banale e personale. Le lamentele devono essere inviate entro il 28 marzo 2008 all’indirizzo e-mail info@associazionestart.org oppure per posta all'Associazione culturale Start, Via San Lorenzo a Vigliano 7, Barberino Val d’Elsa (FI). E’ possibile ‘lamentarsi’ anche al numero 346/7460290. I cittadini verranno poi ricontattati per partecipare al Coro (il primo incontro si terrà il 2 aprile). Non sono richieste competenze musicali, la partecipazione è gratuita, con cibo e bevande per tutti durante le prove ed ogni partecipante riceverà una copia del video finale.