Home > Webzine > Campagna sanitaria per le bambine toscane
venerdì 02 dicembre 2022

Campagna sanitaria per le bambine toscane

20-03-2008
Arriverà a maggio e sarà indirizzata a tutte le ragazzine che hanno compiuto 11 anni. Si tratta della lettera con cui l'Azienda sanitaria e le quattro Società della Salute del territorio fiorentino invitano le giovanissime a vaccinarsi contro il Papillomavirus. Si tratta di un importante intervento di sanità pubblica contro un agente virale (il Papillomavirus o HPV) molto comune e responsabile della gran parte dei tumori della cervice uterina. Il vaccino è offerto quest'anno alle ragazzine che hanno compiuto 11 anni (nate nel 1997) perché in questa fascia di età il suo beneficio è massimo. Infatti la risposta immunitaria è maggiore di quella osservata nelle fasce di età successive e induce una protezione efficace prima di un eventuale contagio con HPV che si acquisisce di norma dopo l'inizio dell'attività sessuale. A tutte le nate nel 1997, in totale 3.500 sul territorio dell'Asl, sarà quindi inviata una lettera indirizzata ai genitori con le informazioni e un appuntamento già fissato in uno dei distretti per il vaccino. In Toscana, come emerge dal Registro tumori, ogni anno si verificano 150/160 nuovi casi all'anno (di cui 40/50 nel territorio dell'Asl di Firenze) con 60-70 casi deceduti per tumore della cervice in tutta la Regione.La campagna vaccinale prenderà il via dal mese di giugno. Nella lettera sarà proposta la prenotazione della vaccinazione per le bambine con l'indicazione delle sede distrettuale dove presentarsi, la data e l'ora. Al contempo sarà segnalata alle mamme l'importanza di continuare ad effettuare il tradizionale screening basato sul Pap Test per il potenziamento della prevenzione. Contemporaneamente partirà una campagna di comunicazione per informare la popolazione sull'utilità della vaccinazione HPV. Oltre ai manifesti affissi nelle scuole, nelle sedi Asl e in altre sedi istituzionali, negli studi dei medici di famiglia e dei pediatri (che collaboreranno attivamente all'informazione e alla sensibilizzazione di genitori e ragazzine) saranno predisposti e diffusi opuscoli coordinati con la campagna promossa dalla Regione Toscana.