Home > Webzine > Un patto per tutelare le oltre 500 specie animali a rischio in Toscana
domenica 27 novembre 2022

Un patto per tutelare le oltre 500 specie animali a rischio in Toscana

06-05-2008
Pipistrelli, lontre, lepri, martore: tutte specie a rischio estinzione. Non sono le sole: ci sono anche altri mammifesi come la puzzola e il gatto selvatico, uccelli come il tarabuso e la berta. E ancora, anfibi come l’ululone appenninico, farfalle o vegetali - vedi il cardo appenninico, l’asparago amaro, la cicerbita violetta e il lauro alessandrino. Proprio per preservare la biodiversità della Toscana, Regione e Wwf hanno siglato un patto che mette sotto tutela 510 specie animali e 472 vegetali a rischio. L'intesa prevede entro tre anni la redazione di un piano d’intervento per la conservazione della natura con lo sviluppo di iniziative sperimentali rivolte ad enti locali, aree protette ed imprese. Obiettivo è migliorare quanto finora fatto ed essere la prima regione del Mediterraneo ad avere un piano d’azione per la tutela della biodiversità.