Home > Webzine > Energia Futura acquisirà lo stabilimento Electrolux di Scandicci
martedì 06 dicembre 2022

Energia Futura acquisirà lo stabilimento Electrolux di Scandicci

31-07-2008
E' ufficiale: lo stabilimento scandiccese della Electrolux in futuro produrrà pannelli solari e impianti fotovoltaici. La notizia è stata comunicata dalla stessa multinazionale nell'incontro in cui ha presentato alla delegazione dei rappresentanti sindacali l'azienda su cui è caduta la scelta di cedere il sito produttivo: si tratta di Energia Futura, azienda ternana di Massimo Fojanesi, che si è imposta nel testa a testa contro la proposta dell'imprenditore toscano Giorgio Morettiper la produzione di di city-car ibdride. La nuova proprieta', che si sarebbe aggiudicata la ormai ex Electrolux ad una cifra simbolica in nome della continuita' occupazionale del sito, realizzera' impianti di energia alternativa, in particolare fotovoltaici ed eolici: promette nel piano presentato di assumere circa 370 degli attuali 450 dipendenti impirgati a Scandicci, e di avviare la produzione dei pannelli già dal terzo trimestre del 2009 (l'Electrolux chiuderà i battenti non oltre guigno del prossimo anno). Una scelta rappresenta una soluzione positiva ad una vicenda che ha messo a serio richio diverse centinaia di operai. Soddisfatti in via generale i sindacati, che pure mantengono qualche dubbio sulla struttura societaria (finora la Energia Futura ha impiegato non più di 35 dipendenti), sulla organizzaqzione del lavoro (si lavorerebbe anche di notte, un problema per le molte donne e i tanti pendolari della ex Electrolux) e sulla competitività della produzione (pannelli di prima generazione, quando alcuni grandi colossi già sono alla terza generazione). Per il segretario generale Fiom Cgil Marcello Corti si tratta "di un grande risultato frutto innazittutto delle lotte generose dei lavoratori che per mesi hanno portato le loro ragioni in ogni angolo della Toscana e del paese, ma anche delle forti motivazioni di un sindacato tenace nel salvare un sito a cui il sistema produttivo toscano non poteva rinunciare. Secondo l'assessore regionale alle attività produttive Ambrogio Brenna 'la scelta dell'Electrolux è certamente positiva, e segna un'importante discontinuita' con il passato. La conseguente individuazione di Energia Futura non puo' che essere salutata favorevolmente, almeno in linea di principio. Si tratta infatti di un'attivita' legata alla produzione di energia da fonti rinnovabili, con la previsione di una soluzione dei problemi occupazionali aperti''.