Home > Webzine > La nuova stagione della Fondazione Stensen
venerdì 22 novembre 2019

La nuova stagione della Fondazione Stensen

22-09-2016

Riparte giovedì 22 settembre la nuova stagione della Fondazione Stensen di viale Don Minzoni 25, con una sala rinnovata dopo due mesi di restyling: maggiore visibilità per gli spettatori, nuovo schermo cinematografico, nuovo impianto di illuminazione a risparmio energetico, nuova disposizione delle poltrone, che poi saranno totalmente rinnovate a novembre.

Per la serata di riapertura, giovedì 22 settembre alle 21.00, sarà presentato Spira Mirabilis, appena passato in concorso alla 73 Mostra del Cinema di Venezia, dove è stato vincitore del Green Drop Award 2016, il premio istituito da Green Cross Italia per la miglior interpretazione della sostenibilità. Presenti alla proiezione i due registi Massimo D'Anolfi e Martina Parenti (disponibili a interviste), che lanceranno da Firenze il loro film, in uscita in tutte le sale proprio giovedì.

Il film, composto da cinque storie che raccontano l’aspirazione all’immortalità, è scandito dai cinque elementi: l’acqua, rappresentata da uno scienziato giapponese che studia una medusa capace di rigenerarsi per 12 volte; la terra, con le statue del Duomo di Milano, in continua ristrutturazione contro l’erosione del tempo; l’aria, con gli strumenti in metallo creati da due musicisti capaci di sonorità che possono curare il corpo umano; il fuoco della comunità di nativi americani Iakota in lotta per la sopravvivenza; e l’etere, interpretato da un’attrice che legge L’Immortale di Borges.

La programmazione prosegue sabato 24 settembre alle 17.00 e lunedì 26 settembre alle 20.30 con l’omaggio al regista americano Michael Cimino, recentemente scomparso, con due proiezioni speciali del suo monumentale western I Cancelli del Cielo, in versione originale appena restaurata, il “film maledetto” con un grandissimo cast western che fece fallire la United Artists, poi diventato un cult assoluto della storia del cinema.

A partire da martedì 27 settembre, il pionieristico documentario La teoria svedese dell'amore del regista italo-svedese Erik Gandini, famoso per Videocracy (il fortunato film sull’impero mediatico di Berlusconi), che stavolta mostra come anche le virtù (l'indipendenza e l'autonomia sociale nordeuropea), se portate all'estremo, possano trasformarsi in vizi, offrendo un originale sguardo sulle tendenze che stanno emergendo quali nuove possibili frontiere dell'amore.

Da venerdì 30 settembre sarà in programmazione il documentario Ai Weiwei: Never Sorry, documentario diretto dal regista statunitense Alison Klayman sulla vita dell'artista e attivista cinese Ai Weiwei, protagonista della mostra a Palazzo Strozzi dal titolo ‘Ai Weiwei. Libero’. Ad introdurre il film il direttore di Palazzo Strozzi Arturo Galansino. 

Da giovedì 29 settembre in programma il film El Abrazo de la Serpiente del regista colombiano Ciro Guerra,Premio alla Quinzaine di Cannes 2015 e nomination all'Oscar per miglior film straniero, rara perla antropologica sulle esplorazioni di inizio Novecento di due scienziati in Amazzonia e riflessione di altissima presa visiva sulla colonizzazione culturale e il legame ancestrale con la natura.

Domenica 2 ottobre spazio all’anteprima del documentario sui fratelli Lumière, dal titolo Lumiere! L’invenzione del cinematografo, documentario realizzato con il montaggio di spezzoni di 114 film dei Lumiere con la voce narrante di Thierry Frémaux e Valerio Mastrandrea.

A inizio ottobre (date da definirsi) I Volti della Via Francigena, documentario di Fabio Dipinto che racconta le persone che popolano la Via Francigena: pellegrini, ospitalieri, albergatori, volontari, una piccola parte di una ricca umanità che ha stretto un legame viscerale con il cammino.

Da lunedì 3 ottobre partirà anche il nuovo corso di cinema sul rapporto tra cinema e donne, tenuto dal critico cinematografico Marco Luceri (iscrizioni ancora aperte).

E da sabato 8 ottobre via al Novembre Stenseniano dal titolo “Bioetica, Biodiritto e Biopolitica in una società plurale”, due mesi di incontri con filosofi, teologi, scienziati, giuristi, medici, biologi e ricercatori di fama nazionale e internazionale che rifletteranno sugli sviluppi delle tecno-scienze e il loro impatto sulla società, la cultura e la qualità della vita.

Info, orari e prezzi su www.stensen.org, 055-576551.