Home > Webzine > Festa della Donna: ''La violenza svelata'' di Silvia Lelli alla Casa del Popolo di Settignano
venerdì 15 novembre 2019

Festa della Donna: ''La violenza svelata'' di Silvia Lelli alla Casa del Popolo di Settignano

28-02-2017
Mercoledì 8 Marzo, alle ore 21.00, alla Casa del Popolo di Settignano a Firenze (Via San Romano, 1), in occasione della Festa della Donna, è in programma la serata "Non fateci la festa.." con la proiezione del documentario di Silvia Lelli "Violenza svelata".

Stereotipi, pregiudizi, tradizioni e ignoranza alimentano la discriminazione, l'emarginazione, i maltrattamenti e la violenza. Parliamone insieme perché donne e uomini uniti possano attraverso la conoscenza costruire una società più giusta. Questo è l'obiettivo dell'iniziativa: il silenzio è il meccanismo che permette a questa violenza di perpetuarsi. L'atto stesso di parlarne in un documentario, disinnesca il meccanismo del silenzio e il film stesso diviene uno strumento concreto di contrasto alla violenza sulle donne.

Prosegue la denuncia sulla violenza nei confronti delle donne, intrapresa da Silvia Lelli nel 2010, con la ricerca che realizza la prima trilogia europea di documentari sul tema: un’analisi multilivello sulla violenza di genere, da quella socio-culturale, strutturale, endemica, a quella di coppia, alla pedofilia.

Il nuovo documentario svela i meccanismi che collegano la visione comune, irrispettosa del genere femminile, alle discriminazioni sociali e pubbliche nei confronti delle donne, alle violenze private, tra relazioni affettive e poteri, tra casi particolari e mondo globale. Storie a cui spesso non prestiamo attenzione mostrano la complessità di queste violenze, che hanno radici in un orizzonte socioculturale apparentemente normale – in realtà assai diseguale – che produce e legittima le violenze, da quelle quotidiane, che la società non vuole ammettere, a quelle più estreme.

Precede la proiezione di Violenza svelata il film corto di Gustav Baldassini "Dentro le mura".

Intervengono oltre alla regista ed antropologa dell'Università di Firenze, Silvia Lelli, Anna Lord una protagonista, Anna Bainotti del Centro Antiviolenza Artemisia, a cui sarà devoluto l'incasso della cena, Tiziana Chiappelli pedagogista dell'Università di Firenze.

Cena 8 euro a sostegno di Artemisia.
Ingresso libero per la proiezione.

Iniziativa a cura dell'Associazione AntropoLogiche che si occupa di ricerche etnografiche e studi sociaculturali.

Info: www.antropologiche.it 

CP