Home > Webzine > Al via la rassegna ''Ritagli di tempi, verso il 10 dicembre''
domenica 17 novembre 2019

Al via la rassegna ''Ritagli di tempi, verso il 10 dicembre''

02-12-2004

7 giorni, 14 documentari d'autore, una giornata con ospiti d'eccezione: è tutto questo la rassegna di documentari "Ritagli di tempi", al via dal 3 al 9 dicembre all'Istituto Stensen, organizzata dal Festival dei Popoli in collaborazione con la Regione Toscana, dedicata ai 56 anni dalla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo. "Ritagli di tempi sono perle d'archivio del Festival dei Popoli –sottolinea l'assessore alla comunicazione della Regione Toscana, Chiara Boni– una rassegna che ci accompagnerà per una settimana al fine di valorizzare concretamente l'impegno costante della Toscana, che sin dal 1786, con l’abolizione della pena di morte, è in prima fila per la difesa dei diritti civili". Dunque il filo conduttore sono i diritti civili, che spesso non fanno parte della quotidianità, diritti che sovente vengono calpestati o dimenticati senza rendercene conto. Per l'occasione, infatti, la manifestazione "Ritagli di Tempi" approderà il 10 dicembre al Mandela Forum di Firenze con l'ottavo meeting organizzato dalla Regione Toscana, quest'anno, sul diritto all'informazione: una giornata dedicata a Tiziano Terzani, alfiere della libertà di stampa. La serata sarà condotta da Gad Lerner e saranno presenti Angela Staude Terzani e il figlio Folco, Enrico Deaglio, direttore del settimanale "Il diario" che racconterà la dubbia storia di Enzo Baldoni. "Siamo bombardati da notizie, da una pluralità d’informazione –conclude l'assessore Chiara Boni– e non riusciamo più a discernere il vero dal falso, a distinguere la linea sottile che divide quello che vorremmo sapere e quello che ci impongono". Ricordando l'articolo 21 della Costituzione "…Tutti hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazione o censure …", la rassegna Ritagli di tempi è un'occasione per ascoltare il silenzio del cinema, che può fermare la frenesia della quotidianità, spesso fatta di veline e televisione, e per un istante riflettere su chi ha dato la vita per un’informazione libera e su chi, invece, costantemente ne abusa. Le proiezioni saranno tutte alle 21.15 all'Auditorium Stensen (ingresso gratuito), l'intero programma sarà consultabile sul sito www.festivaldeipopoli.org

di Antonio Pirozzi