Home > Webzine > Cinema Odeon Firenze: settimana dedicata ai film che vinceranno i ''Premi Oscar''
giovedì 28 maggio 2020

Cinema Odeon Firenze: settimana dedicata ai film che vinceranno i ''Premi Oscar''

06-03-2018
Da Martedì 6 a Lunedì 12 Marzo il Cinema Odeon di Firenze (Piazza Strozzi) propone l’ormai tradizionale settimana dedicata ai film che vinceranno i "Premi Oscar" più importanti.
La 90ª edizione della cerimonia si terrà al Dolby Theatre di Los Angeles il 4 marzo 2018. L'Academy Award, conosciuto anche come Premio Oscar o semplicemente Oscar, è il premio cinematografico più prestigioso e antico al mondo, giacché venne assegnato per la prima volta il 16 maggio 1929. I premi vengono conferiti dall'Academy of Motion Picture Arts and Sciences (AMPAS), un'organizzazione professionale onoraria costituita da personalità (per lo più statunitensi) che hanno portato avanti la loro carriera nel mondo del cinema quali attori, registi, produttori e tanti altri.

Le pellicole che hanno vinto gli Oscar più importanti, verranno riproposte tutte in versione originale con sottotitoli in italiano. In programma:

LA FORMA DELL'ACQUA (The Shape of Water) di Guillermo del Toro, vincitore di 4 Premi Oscar, tra cui Miglior Film e Miglior Regia: una fiaba gotica ricca di suggestioni fantasy, ambientata nel pieno della Guerra Fredda americana (siamo nel 1963) e incentrata su una giovane eroina senza voce. A causa del suo mutismo, l'addetta alle pulizie Elisa (Sally Hawkins) si sente intrappolata in un mondo di silenzio e solitudine, specchiandosi negli sguardi degli altri si vede come un essere incompleto e difettoso, così vive la routine quotidiana senza grosse ambizioni o aspettative. Incaricate di ripulire un laboratorio segreto, Elisa e la collega Zelda (Octavia Spencer) si imbattono per caso in un pericoloso esperimento governativo: una creatura squamosa dall'aspetto umanoide, tenuta in una vasca sigillata piena d'acqua. Eliza si avvicina sempre di più al “mostro”, costruendo con lui una tenera complicità che farà seriamente preoccupare i suoi superiori.

TRE MANIFESTI A EBBING MISSOURI (Three Billboards Outside Ebbing Missouri) di Martin McDonagh, vincitore di 2 Premi Oscar, Miglior Attrice Protagonista a Frances Mc Dormand e Miglior Attore non Protagonista a Sam Rockwell: le vicende di una madre in cerca di giustizia per la figlia, che ingaggia una lotta contro un branco di poliziotti pigri e incompetenti. Dopo mesi trascorsi senza passi in avanti nelle indagini sull’omicidio di sua figlia, Mildred Hayes (Frances McDormand) decide di prendere in mano la situazione e “rimbeccare” le indolenti forze dell’ordine. Sulla strada che porta in città, la madre furente noleggia tre grandi cartelloni pubblicitari sui quali piazza una serie di messaggi polemici e controversi, rivolti al capo della polizia William Willoughby (Woody Harrelson). Lo stimato sceriffo di Ebbing prova a far ragionare la donna, ma quando viene coinvolto anche il vice Dixon (Sam Rockwell), uomo immaturo dal temperamento violento e aggressivo, la campagna personale di Mildred si trasforma in una battaglia senza esclusione di colpi.

L'ORA PIU' BUIA (Darkest Hour) di Joe Wright, vincitore di 2 Premi Oscar, tra cui Miglior Attore a Gary Oldman: l'ora più buia cui fa riferimento il titolo è il momento cruciale della scelta (nel maggio 1940) da parte del Primo ministro britannico Winston Churchill (Gary Oldman), tra l'armistizio con la Germania nazista e il proseguimento della guerra. Di fronte all'avanzata dell'esercito tedesco e all'imminente invasione della Gran Bretagna, Churchill è chiamato a decidere tra la tutela del Paese in nome di una pace apparente e temporanea e la difesa dei propri ideali di autonomia e libertà. Accanto a lui, indaffarate nel dietro le quinte della storia, la moglie Clementine (Kristin Scott Thomas) e la segretaria personale Elizabeth Nel (Lily James).

Per ulteriori informazioni: www.odeonfirenze.com