Home > Webzine > Lettura drammatizzata ''3/4 agosto '44 - La notte dei Ponti di Firenze'' al piazzale degli Uffizi
mercoledì 20 novembre 2019

Lettura drammatizzata ''3/4 agosto '44 - La notte dei Ponti di Firenze'' al piazzale degli Uffizi

05-08-2018
Domenica 5 agosto, alle ore 22.00, la Compagnia delle Seggiole presenta "3/4 Agosto '44 - La notte dei ponti di Firenze", una lettura raccontata dalle parole di Giulio Bencini, fotografo di Borgo Ognissanti, in ricordo di quella terribile notte tra il 3 e 4 agosto del 1944, che vide Firenze trasformata in teatro di paura e distruzione da parte delle truppe tedesche in ritirata. Una lettera/diario indirizzata al figlio, al fronte, racconta i giorni drammatici dello sfollamento, della posa delle mine, e la notte delle esplosioni di quell'agosto indimenticabile.

L'evento si inserisce all'interno della rassegna "Libera Italia!" che dedica un particolare omaggio alla Liberazione di Firenze e di tutto il Paese, che fa parte del cartellone di "Apriti Cinema", iniziativa dell'Estate Fiorentina 2018, realizzata in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi e curata da Fondazione Sistema Toscana e Quelli dell'Alfieri.

A seguire la Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana presenta "Dov'era e com'era. La ricostruzione del Ponte Santa Trinita di Firenze" di Riccardo Melani e Bernardo Seeber (Italia, 1958). Ancora una volta una notte della memoria a ricordare il terribile 3 agosto del 1944 quando l'esercito tedesco in ritirata tentava di rallentare l'avanzata degli Alleati distruggendo dietro di sé le vie di comunicazione, compresi i ponti di Firenze. Era il 4 agosto 1944 quando i Tedeschi in ritirata fecero saltare in aria i ponti e gran parte del centro storico di Firenze. La distruzione del Ponte a Santa Trinita, ponte amatissimo da tutti i fiorentini, lascia una profonda ferita nel cuore della città e dei suoi abitanti. Subito dopo la guerra i fiorentini non si dettero per vinti e organizzarono un comitato per la ricostruzione del ponte "dov'era e com'era". Il documentario, la cui pellicola originale è stata ritrovata nell'archivio Gizdulich, venne girato durante la fase di progettazione e di ricostruzione e ci restituisce oggi le fasi di quella straordinaria impresa, simbolo della
volontà di rinascita della città e di tutta la nazione.

Ingresso libero.

Per informazioni: www.estatefiorentina.it  

RC