Home > Webzine > 5° "Festival del Cinema d'Indonesia": weekend di film e cultura a La Compagnia
martedì 12 novembre 2019

5° "Festival del Cinema d'Indonesia": weekend di film e cultura a La Compagnia

26-10-2018
Da venerdì 26 a domenica 28 ottobre La Compagnia (via Cavour 50/r) porta a Firenze la V edizione del "Festival del Cinema d'Indonesia", fortunata manifestazione che già da qualche anno racconta le sfaccettature di un paese con un'economia in crescita, un settore cinematografico via via più variegato ed una sempre maggiore sperimentazione di nuovi generi. Un racconto che avviene non soltanto attraverso le pellicole in programma (che quest'anno sono il doppio dello scorso anno) ma anche con la creazione di occasioni di incontro con la cultura indonesiana, fiction, film d’animazione, matinées per le scuole, danze tradizionali, esibizioni di arti marziali e assaggi di cucina etnica.

Si apre venerdì 26 ottobre alle 19.30 con l'anteprima del film Dà Wah (L'invito), alla presenza del regista e attore italiano Italo Spinelli, che in quest'opera - un vero e proprio docufilm - segue quattro studenti all'interno di un collegio islamico, luogo generalmente inaccessibile. Segue alle 21 lo spettacolo di danze tradizionali indonesiane, che vede esibirsi per la prima volta in Italia danzatori dell'isola di Sumatra, con una serie di danze di ipnotica eleganza, accompagnate da flauti e gamelan. Chiude la prima serata alle 21.30 il thriller Night Bus, di Emil Heradi, il racconto, con una suspense adrenalinica, della corsa di dieci persone verso la meta agognata di Sampar.

Sabato 28 ottobre, la seconda giornata del festival inizia alle 10.00 con l'anteprima europea di Critical Eleven, film di Robert Ronny e Monty Tiwaa. Ale e Anya si incontrano su un volo e, dopo un colpo di fulmine, si sposano e vanno a vivere a New York, finchè la relazione non sarà messa a rischio da difficoltà e insidie. Dalle 15.30 spazio ai cortometraggi: Asmaranda, di Eka Wahyu Primadani, Sepotong Halo di Hendik Satria, Gayatri di Brian Rinyanki; Layu di Adam Kurniawan; Hari Spesial di Rony Ramadhan; Jendela di Randy Pratama; Living in Rob di Fuad Himli Hirnanda. Alle 16.00 invece saranno di scena l'arte marziale indonesiana (che che ha fatto la sua comparsa anche in Star Wars) e le sue tipiche spade: sul palco del cinema La Compagnia si terrà un'esibizione del Penack Silat, tenuta dall’ormai celebre Maestro Maurizio Maltese insieme ad altri otto maestri.

La giornata prosegue con il cinema d'animazione 3D: alle 16.15 è in programma il film Knight Kris, di Antonius e William Fajito, piccolo capolavoro nel quale il giovane Ayuh sogna di diventare un vero eroe, che scopre di dover salvare il mondo da una minaccia terribile. Alle 18.45 proiezione di Banda the Dark Forgotten Trail di Jay Subiyakto, film che racconta l'invasione delle Isole Banda nella primavera del 1621 ed evento rimasto nervo scoperto nelle pagine della storia indonesiana, dove è conosciuto con il nome del “Massacro di Ambonya”: il preludio di un periodo di torture e esecuzioni capitali che hanno contraddistinto cinquant'anni di guerra tra Inghilterra ed Olanda per il predominio sulle isole. Segue alle 21 una nuova performance dal vivo con lo spettacolo di Danze tradizionali indonesiane, mentre alle 21.45 chiude la seconda giornata di festival un film del tutto originale e inatteso, Marlina the Muerderer in Four Acts, di Mouly Surya, che con uno stile in bilico tra un western e un film di Quentin Tarantino o di Luc Besson, racconta in modo originale la storia di un'eroina femminile: sola ed apparentemente indifesa, con il corpo del marito defunto ancora in casa, Marlina si troverà a dare l’ospitalità di rito a chi, in realtà, è il suo aspirante carnefice.

Domenica 28 ottobre, altra matinée imperdibile con l'anteprima europea alle 10.30 del film Terbang Menembus Langit, di Fajar Nugros, storia di riscatto personale di Onggy, personaggio apparentemente segnato da un destino di fallimenti e disastri. Dopo due repliche pomeridiane (ore 16:00 Battle of Surabaya, e ore 18.00 Knight Kris), chiude la quinta edizione del Festival del cinema d'Indonesia il film Solo, Soliltude, di Yosep Anggi Noen, in anteprima europea: la vera storia del poeta Widji Thukul, politicamente impegnato contro il governo che, a 34 anni, è scomparso nel nulla, senza lasciare alcuna traccia.

Nel cartellone del festival anche un documentario, Negeri Dongeng di Anggi Frisca, che verrà proiettato venerdì 26 ottobre alle 12.00 in Sala MyMovies: una full immersion nelle bellissime montagne indonesiane, con la descrizione di nuovi sentieri e vette incontaminate; un film dal forte impatto visivo, la cui visione è un'esperienza sensoriale.  Per le scuole invece è in programma nello stesso giorno, alle 10.00, ancora un film d'animazione: Battle of Surabaya, di Aryanto Yuniawan, in anteprima nazionale. Il film si incentra sulla storia della lotta per l’indipendenza indonesiana, rivista fedelmente con un anime abilmente realizzato da duecento studenti dell’università di Yogyakarta, che ha già riscosso premi in tutto il mondo.

Per tutta la durata del festival, alla caffetteria del cinema La Compagnia sarà possibile consumare assaggi di piatti tipici indonesiani, mentre nel foyer dello stesso si potrà ammirare una mostra fotografica allestita sulla più recente collezione della stilista indonesiana Novita Yunus, che dipinge artigianalmente stoffe con le tradizionali e antiche tecniche del Batik.

Info: www.cinemalacompagnia.it

SR