Home > Webzine > Il frenetico action movie "The Witch: Part 1. The Subversion" al Florence Korea Film Fest
martedì 19 novembre 2019

Il frenetico action movie "The Witch: Part 1. The Subversion" al Florence Korea Film Fest

26-03-2019

Un intrigante mix di azione ed elementi sovrannaturali. Sarà  “The Witch: Part 1. The Subversion” la proiezione principale della sesta giornata del 17/mo Florence Korea Film Fest (Martedì 26 marzo - ore 20.00). L'ultimo film del regista Park Hoon-jung,  vincitore del premio per la miglior attrice al Fantasia Film Festival 2018, offre una narrazione di altissimo livello regalando al pubblico adrenalina e mistero.

La trama racconta la storia di Ja-yoon, bambina adottata che cresce circondata dalle attenzioni di una famiglia amorevole. Divenuta una teenager tenta di aiutare i suoi cari  in un frangente di difficoltà partecipando a un talent show. Dopo la sua prima apparizione in tv la sua vita non sarà però più la stessa perché dei pericolosi individui, legati al suo misterioso passato, si sono messi sulle sue tracce decisi a non darle tregua fino a quando non farà i conti con la sua vera natura.

La manifestazione, ideata e diretta da Riccardo Gelli dell’associazione Taegukgi – Toscana Korea Association che celebra il cinema sudcoreano, è organizzata in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana, Regione Toscana, Comune di Firenze, Confesercenti Firenze, Publiacqua e KOFIC - Korean Film Council, e inaugura l’ottava edizione della Primavera Orientale.

Alle 14.30 la replica di Swing Kids, emozionante pellicola musicale firmata dal regista Kang Hyoung-chul che giovedì scorso ha inaugurato la 17/ma edizione del Florence Korea Film Fest con un sold out.  Il film, ambientato nel 1951 nel campo di prigionia di Geoje, combina uno dei periodi storici più dolorosi della Corea con l'atto più eccitante della danza attraverso le vicende dei suoi ballerini protagonisti.

Alle 17.00 il noir “Scarlet Innocence” di Yim pil-sung, che ancora una volta vede protagonista Jung Woo-Sung, attore a cui il Florence Korea Film Festival ha dedicato una retrospettiva di ben 6 film. Un film di vendetta al femminile che nella sua costruzione ammicca a “Vertigo” di Alfred Hitchcock ma, soprattutto, al Polanski di “Luna di fiele”. Un ruolo estremamente introspettivo per Jung Woo-sung che in questo thriller dalle sfumature erotiche impersona un uomo piuttosto comune (marito terribile, padre assente, seduttore incallito) non tanto schiavo del sesso quanto di quella seduzione che appunto, nella sua posizione di insegnante e autore di bell’aspetto, sa di poter esercitare.

Chiude il programma della giornata alle 22.30 il thriller “Seven Years Of Night” di Choo Chang-Min. In questo film il protagonista, detenuto nel braccio della morte per aver accidentalmente investito una ragazzina di cui in seguito ha occultato il cadavere, ha un ultimo desiderio prima che il suo destino si compia: quello di riconciliarsi con suo figlio Seo-won, la cui vita è stata inevitabilmente compromessa dalle azioni del padre. Ma da cosa stava scappando la ragazzina quella notte di 7 anni prima?

SALA MYMOVIES
A partire dalle 16.00 in Sala Mymovies la proiezione di tre cortometraggi: “404 Not Found” di Uhm Ha-neul, corto ambientato nei primi anni 2000 fra amori passati e occasioni perse; “Setting Ties” di Figuriredo Rui, storia di un'amicizia adolescenziale e “Ship Of Fools” di Lee Sang – hak, gli atti orribili compiuti da una banda di pinguini spiati da un occhio che vede tutto.

EVENTI COLLATERALI
Fino al 28 marzo dalle ore 16.00, al cinema La Compagnia sarà possibile provare gli abiti tradizionali coreani “hanbok”, il tipico abito da cerimonia coreano. Inoltre fino al 30 marzo allo IED, Istituto Europeo di Design (via Maurizio Bufalini, 6r) sarà allestita la mostra “100 anni di cinema coreano” un’esposizione che raccoglie trenta manifesti e locandine dei film realizzate per i registi più amati e conosciuti, tra cui altri Park Chan-wook, Kim Ki-duk, Bong Joon-ho, Lee Chang-dong e gli attori fotografati nei ruoli più iconici, per celebrare l’importante anniversario di una delle cinematografie più amate nel mondo la cui diffusione in Italia è profondamente legata a Firenze e al suo Festival, organizzato dal 2003 dall’Associazione Culturale TAEGUKGI Exchange of Tuscan and Korean Cultures (ingresso libero, visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 20.00).

Il festival è organizzato grazie al contributo di Regione Toscana, Ambasciata della Repubblica di Corea in Italia, Consolato Onorario della Repubblica di Corea in Toscana, Istituto Culturale Coreano a Roma, Comune di Firenze, FST - Fondazione Sistema Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Main sponsor: Asiana Airlines, Conad. Sponsor:  Hotel Savoy, Hotel Bernini Palace, Hotel degli Orafi, Grand Hotel Mediterraneo, Hotel Pierre, Villa Royal, La Fioreria, Ristorante Coreano Gangnam, Ristorante Dall’Oste, Ristorante Boccanegra, Ristorante Vecchio Mercato, Ristorante La Cocotte, Ristorante Acqua al2, Ristorante Firenzen, La Loggia, Carlo Bay, Kia-Buratti Auto, Istituto Alberghiero Saffi, Sbigoli Terrecotte, Studio Verdi, Arci, Hotel Plazzo Ricasoli. Media partner: AsianFeast.org, AsianWorld, Cinematographe, K-Tiger, Firenze Spettacolo, LongTake, Movieplayer, Mugunghwa Dream, Mymovies, Novaradio, Radio Italia Cina, Radio Toscana, TaxiDrivers, Vertigo24.

Per ulteriori informazioni: info@koreafilmfest.com - www.koreafilmfest.com