Home > Webzine > Pasolini 100: "La ricotta" e "Mamma Roma" in versione 4K al Cinema Odeon di Firenze
lunedì 27 giugno 2022

Pasolini 100: "La ricotta" e "Mamma Roma" in versione 4K al Cinema Odeon di Firenze

31-03-2022
Giovedì 31 marzo 2022, alle ore 21.00, arriva in programma un importante evento speciale al Cinema Odeon di Firenze, in piazza Strozzi, che presenta due capolavori di Pier Paolo Pasolini: "La ricotta" e a seguire "Mamma Roma", in nuove splendide versioni restaurate in 4K (con sottotitoli in inglese). I due film costituiscono il secondo appuntamento all’Odeon della retrospettiva "Pasolini 100", organizzata dalla storica sala di Piazza Strozzi in occasione delle celebrazioni per i cento anni della nascita di Pasolini, grazie alla collaborazione con la Cineteca di Bologna, la Fondazione Stensen, il cinema La Compagnia e il Gabinetto Viesseux.

La ricotta: bellissimo, paradossale episodio del film collettivo Ro.Go.Pa.G., La ricotta racconta il calvario realmente vissuto sul set di un film sulla Passione di Cristo (diretto da Orson Welles), da una povera comparsa, Stracci, ultimo degli ultimi, come il giovane Riccetto che percorre le strade di Roma nella Sequenza del fiore di carta (episodio di un altro film collettivo, Amore e rabbia) e ignora le tragedie del presente. Quasi coevo La ricotta, è il celebre poemetto Una disperata vitalità, uno dei testi interpretati da Laura Betti nel suo appassionato recital dedicato a Pasolini e filmato da Mario Martone.

Mamma Roma: nell’opera letteraria di Pasolini, le madri sono spesso ferali divinità incombenti sul destino dei figli. Non fa eccezione Mamma Roma, ex prostituta che sogna per il figlio adolescente Ettore un avvenire conformista e piccolo-borghese. Senza accorgersene, lo spinge verso l’infelicità e la morte. Uno dei nodi drammatici più intensi del film è il contrasto, anche fisico, fra la vitalità irruenta e sanguigna di una grande Anna Magnani e l’apatia opaca del “non-attore” Ettore Garofolo. Dietro la tragedia di madre e figlio, il film descrive i primi segni della trasformazione di un Paese che sta perdendo e corrompendo i suoi caratteri originari.

Biglietto: euro 10

Per maggiori informazioni: www.odeonfirenze.com