Home > Webzine > Lo schermo dell'arte: festival di film sulle arti contemporanee
sabato 25 gennaio 2020

Lo schermo dell'arte: festival di film sulle arti contemporanee

25-11-2010
Da lunedì 22 a giovedì 25 novembre si terrà all’Odeon Firenze Lo schermo dell'arte, festival internazionale di film dedicati alle arti contemporanee, diretto da Silvia Lucchesi. Giunto alla sua terza edizione, il festival è un appuntamento atteso da chi è interessato a conoscere la ricchezza delle diverse esperienze dell’arte contemporanea. Verranno presentati 14 film tra corti e lungometraggi provenienti da tutto il mondo, di cui 7 prime italiane, che sono una attenta selezione di film d’artista e documentari sui maggiori artisti, architetti e fotografi di oggi. Raccontare le esperienze creative del nostro tempo attraverso lo strumento popolare del cinema: questa la formula di successo dello Schermo dell’arte. Ne è conferma il numero di 3500 spettatori che lo scorso anno hanno affollato la splendida sala dell’Odeon.
Il programma comprende le sezioni: Sguardi, film dedicati ai principali protagonisti delle arti contemporanee; Cinema d'artista, film realizzati da artisti che hanno scelto il cinema come strumento espressivo; Festival Talks dedicata ad incontri con artisti, curatori ed esperti di arti contemporanee. Nell’ambito di quest'ultima, mercoledì 24 novembre alle ore 10.30 al Museo Marino Marini, si terrà una tavola rotonda dal titolo Il documentario nella pratica dell’arte contemporanea. Un incontro che intende riflettere sul crescente interesse mostrato in questi ultimi anni dagli artisti per la capacità documentaria dell’arte. Il cinema, infatti, viene sempre più usato come strumento narrativo di eccellenza per comprendere, raccontare e comunicare gli eventi politici e sociali di cui gli artisti sono testimoni. Sono questi i temi trattati nei film di Phil Collins, Jan Peter Hammer, Renzo Martens e Libia Castro & Ólafur Ólafsson, presentati in questa edizione del festival. Partecipano all’incontroi: Bettina Steinbrügge, autrice del libro The Need To Document. e gli artisti Phil Collins, Jan Peter Hammer e Libia Castro & Ólafur Ólafsson.
Per la sezione Sguardi, sarà il lungometraggio Jean-Michel Basquiat – The Radiant Child di Tamra Davis, in anteprima italiana, ad inaugurare il Festival la sera del 22 novembre. E’ un'intervista inedita all'artista americano poco prima della sua prematura scomparsa nel 1985 montata insieme a materiale d'archivio della sfavillante New York degli anni '80. Le musiche sono curate da Mike D. leader dei Beastie Boys, marito di Tamra Davis.Entrambi saranno presenti in sala.
Info: www.schermodellarte.org