Home > Webzine > ''Kibaka Florence Festival'', il primo festival africano a Firenze
venerdì 12 agosto 2022

''Kibaka Florence Festival'', il primo festival africano a Firenze

10-11-2011
E’ a Firenze il primo Festival di cinema africano con film scelti e selezionati da africani. A proporlo alla "50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze" è l’associazione angolana Njinga Mbande che ha presentato il programma delle proiezioni del Kibaka Florence Festival che si svolgeranno all’Odeon Firenze (piazza Strozzi) il 10 novembre dalle 11.00 fino alle 22.30 (prezzo del biglietto intero 3,50 euro). La giornata sarà interamente dedicata al cinema africano con anteprime nazionali, documentari e film che trattano storie di grande attualità del continente. Le problematiche legate all’Aids, la povertà, i diritti violati dei bambini, la maternità. Storie scelte da africani che vivono a Firenze, dunque seguendo un percorso inverso rispetto alle altre rassegne della 50 giorni dove la direzione artistica è affidata ad italiani Ad illustrare l’iniziativa stamani in Palazzo Vecchio erano presenti il presidente della commissione Cultura Leonardo Bieber, il presidente dell’associazione angolana Mathias Mesquita, il consigliere provinciale Stefano Fusi, la coordinatrice della 50 giorni Sveva Fedeli e Francesca Di Giuseppe responsabile area Firenze di microcredito in Italia. I film sono in tutto 5 e le proiezioni cominciano alle 11.00 con "Izulu Lami My Secret Sky" di Madoda Ncayiyana già ribattezzato come la risposta africana a The Millionaire con attori bambini non professionisti. Alle 17.00 c’è "Soul Boy" di Hawa Essum che racconta la storia in Kenya di un ragazzo che vive con i genitori in una delle più grandi baraccopoli dell’Africa orientale. Alle 18.30 "La storia di Adama", un piccolo schiavo di una miniera d’oro del Burkina Faso (la regia di Annamaria Gallone). In serata alle 20.30 "Seasons of life" di Ckiharles Shemu Joyah che parla di una coppia senza figli che sceglie di adottarne un bimbo orfano e una ragazza orfana per accudirlo e infine alle 22.30 a conclusione della serata ci sarà la proiezione di "Mon histoire Papy" di Djo Munga, la storia di un poliziotto respinto dalla moglie che ha scoperto di essere affetta da Hiv. 
Per informazioni: www.odeon.intoscana.it

(fonte: Ufficio Stampa del Comune di Firenze)