Home > Webzine > Rassegna ''Immagini & Suoni del Mondo'' al Cinema Odeon Firenze
giovedì 28 maggio 2020

Rassegna ''Immagini & Suoni del Mondo'' al Cinema Odeon Firenze

18-11-2012
Il 18 e il 19 novembre 2012 si svolgerà la 5a edizione della rassegna cinematografica "Immagini & Suoni del Mondo - Festival del Film Etnomusicale" presso il Cinema Odeon Firenze (piazza Strozzi, 3). Le proiezioni saranno divise tra sessione pomeridiana (dalle ore 16.00) e serale (dalle ore 21.00). Tra i film in programma segnaliamo molte anteprime nazionali. "Kanzeon": il potere magico del suono di N. Cantwell e T. Grabham, una meditazione su suono, canto, storia, rito, natura, tradizione e il buddismo giapponese. "Vecchia come la mia lingua": il mito e la vita di Bi Kidude di A. Jones, ritratto della mitica cantante zanzibarina considerata un'icona della musica taarab. "La danza dei Wodaabe di S. Loncke": documentario sulla cerimonia geerewol dei Peul Wodaabe del Niger, una vera e propria gara di bellezza maschile in cui sono le ragazze a scegliere il compagno più bello e più abile nel canto e nella danza. "Africa The Beat": film senza parole costruito sui ritmi e le immagini di vita quotidiana e rituale dei Wagogo della Tanzania.
Viene anche proiettata la straordinaria pellicola di animazione "Chico & Rita di F. Trueba", una storia d'amore a tempo di latin jazz, nella Cuba degli anni Quaranta. Un'opera passionale e raffinata in cui il ritmo degli eventi è segnato dalla strepitosa musica, composta dal leggendario Bebo Valdés. Scelto come film d'apertura del prestigioso Festival d'Annecy, ha vinto l'European Film Awards e il Goya come Miglior film d'animazione, fino a conquistare i membri dell'Academy, che l'hanno inserito nella cinquina dei film d'animazione per gli Oscar 2012.
Il festival ospita come evento straordinario una serata dedicata alla musica del Tibet, con la proiezione del documentario "Tibet in Song" del musicologo e prigioniero politico  Ngawang Choephel. Nel 1995 Ngawang ha percorso in lungo e largo il Tibet per registrare e girare un documentario sulle musiche tradizionali tibetane. Arrestato dal governo cinese con l’accusa di spionaggio, è stato condannato a 18 anni di prigione ma venne rilasciato nel 2002. Alla proiezione segue il recital della cantante tibetana Yunghchen Lhamo, una delle voci più sconvolgenti dell'intero panorama mondiale, che da anni conduce una battaglia spirituale per i diritti del popolo tibetano. L’evento è realizzato in collaborazione con il festival "Musica dei Popoli".

Per maggiori informazioni: www.odeon.intoscana.it

A.L.