Home > Webzine > ''Marguerite'' di Xavier Giannoli al Cinema Spazio Uno di Firenze
venerdì 22 novembre 2019

''Marguerite'' di Xavier Giannoli al Cinema Spazio Uno di Firenze

17-09-2015

Dal 17 al 23 settembre 2015 al Cinema Spazio Uno di Firenze è in programma la proiezione del film "Marguerite" di Xavier Giannoli. 1921, l'inizio dell'Epoca d'Oro degli anni Venti. Non lontano da Parigi. E' un giorno di festa al castello di Marguerite Dumont. Come ogni anno, diversi amanti della musica si riuniscono in casa della proprietaria per una grande causa. Nessuno sa molto di questa donna eccetto che è ricca e che ha dedicato tutta la sua vita alla sua passione: la musica. Marguerite canta con tutto il cuore, ma in modo terribilmente stonato.

Presentato in concorso alla 72 Mostra del Cinema di Venezia, il nuovo film di Xavier Giannoli diverte trasponendo in Francia la storia vera (americana) di una cantante priva di talento. Il regista francese Xavier Giannoli ci intrattiene con la sua rilettura personale della vicenda, trasposta in territorio e lingua francese. Parliamo di "Marguerite", dove il regista torna ad esplorare l'universo musicale e canoro già visto in "Quand j'étais chanteur", il film che lo lanciò al di fuori della Francia, ma in questo caso si punta molto di più sull'aspetto comico, per quanto intriso di una certa amarezza. Merito della sua interpretazione della vita di Florence Jenkins, che in questa sede diventa Marguerite Dumont (un nome che, forse volutamente, fa pensare a Margaret Dumont, vittima ricorrente dei giochi di parole di Groucho Marx), contessa transalpina che nel 1920, complici il marito e il maggiordomo, vive completamente ignara della propria mancanza di talento, per la gioia di amici e conoscenti che non si perdono mai una sua esibizione, recensita poi con termini che a lei risultano positivi, mentre chi sa leggere fra le righe intuisce quanto lei sia incapace di rendere giustizia alle composizioni di Mozart e compagnia bella. A garantire il successo dell'operazione, che ricrea la Francia del primo dopoguerra e contiene numerosi rimandi tematici e formali al cinema muto e, ovviamente, all'opera lirica (la storia è, non a caso, suddivisa in cinque capitoli), è la protagonista Catherine Frot. Nota soprattutto per "La cuoca del presidente", l'attrice interpreta la diva Marguerite con una combinazione vincente di passione, vulnerabilità e patetismo, restituendone il lato più comicamente grottesco senza mai giudicarla. Domina l'azione senza però mai volersi imporre, concedendo volentieri e generosamente lo spazio ai vari comprimari, in primis l'ottimo André Marcon che interpreta stoicamente il signor Dumont. Attraverso le loro interazioni Giannoli si permette anche di analizzare con il giusto equilibrio fra sincerità e farsa la vita di coppia nel ceto alto dell'epoca, mostrandoci una coppia incompatibile ma paradossalmente molto unita, alla quale i due interpreti danno un'anima credibile che trascende eventuali sfide alla verosimiglianza.

orario 16:45 - 19:00 - 21:15

Per ulteriori informazioni: info@cinemaspaziouno.it