Home > Webzine > ''A che serve la bioetica?'' di Marina Mengarelli
martedì 10 dicembre 2019

''A che serve la bioetica?'' di Marina Mengarelli

03-03-2012
Sabato 3 marzo 2012 alle ore 18.00 presso la libreria Melbookstore Seeber di Firenze (via de' Cerretani, 16r) sarà presentato il libro "A che serve la bioetica?" di Marina Mengarelli, di cui i proventi andranno interamente all’Associazione Luca Coscioni. Interverranno insieme all’autrice, Carlo Flamigni, Maria Paola Costantini (avvocato) e Monica Toraldo di Francia (Università degli studi di Firenze). La bioetica per tutti, spiegata in modo semplice e concreto, in 150 pagine rivolte al cittadino della strada. E’ un agile pamphlet divulgativo “A che serve la bioetica?”, scritto dalla sociologa Marina Mengarelli, impegnata da anni con Carlo Flamigni nella battaglia per la conoscenza e l’informazione su temi e diritti sensibili, nel segno della laicità. Gli argomenti che “questa disciplina recente tocca, coinvolgono alcuni dei nostri diritti di cittadinanza più significativi: libertà, uguaglianza, salute, conoscenza”, afferma Marina Mengarelli, che inizia il libro affrontando subito la questione della procreazione medicalmente assistita, fissandone il punto della situazione in Italia. Corredato da un’utile appendice di letture consigliate e dal testo del Manifesto di Bioetica Laica, “A che serve la bioetica?” propone una sintesi delle “riflessioni e discussioni su come affrontare problemi nuovi di dimensione morale o etica posti negli ultimi trenta anni dagli sviluppi delle scienze della vita e della salute”. Di “Ricerca scientifica sotto attacco” scrive nella postfazione, Carlo Flamigni, ginecologo di fama mondiale, membro dal 1990 del Comitato Nazionale di Bioetica, che nella prefazione tratteggia un affresco attuale delle teorie e delle ipotesi filosofiche e biologiche sull’inizio della vita umana (“Il giudice e la verità: apologo sulla laicità”). Per informazioni: www.melbookstore.it