Home > Webzine > Il Crocifisso in legno di tiglio attribuito a Michelangelo in mostra al Museo del Bargello
lunedì 11 novembre 2019

Il Crocifisso in legno di tiglio attribuito a Michelangelo in mostra al Museo del Bargello

03-04-2012
Dal 4 aprile 2012, sarà esposto nella Cappella del Podestà del Museo Nazionale del Bargello di Firenze il Crocifisso in legno di tiglio policromo attribuito a Michelangelo e acquistato dallo Stato Italiano nel 2008 dall’antiquario torinese Giancarlo Gallino. L’opera trova così definitiva collocazione nel museo fiorentino a distanza di 8 anni da quando, la sera del 9 aprile 2004, in coda al Tg1 delle 20.00, era stato per la prima volta mostrato agli italiani, contestualmente alla proposta d’attribuzione al giovane Michelangelo da parte di un gruppo di studiosi ed esperti. Il Crocifisso una volta acquisito dallo Stato, tra la fine del 2008 e l’inizio del 2010, è stato esposto in varie città italiane (Roma, Trapani, Palermo, Milano e Napoli). Solo a quel momento il Crocifisso è stato ricoverato nel Laboratorio di restauro della Soprintendenza fiorentina per essere accuratamente ispezionato e sottoposto a una manutenzione straordinaria comprendente anche alcuni lievi restauri. Attualmente il Crocifisso attribuito a Michelangelo è definitivamente collocato al Bargello. Per l’occasione la soprintendente Cristina Acidini ha introdotto i contributi di tre esperti. Il professor Giancarlo Gentilini - ordinario di Storia dell’arte moderna a Perugia, il professor Marco Fioravanti, docente di Tecnologia del legno alla Facoltà di Agraria di Firenze e l' ultimo intervento è stato proposto dal professor Massimo Gulisano, ordinario di Anatomia Umana alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Firenze. Per informazioni: www.polomuseale.firenze.it