Home > Webzine > Presentata la nuova stagione del Teatro Verdi di Firenze
venerdì 22 novembre 2019

Presentata la nuova stagione del Teatro Verdi di Firenze

20-06-2014

Non si adagiano certo sugli allori i responsabili artistici del Teatro Verdi di Firenze. Dopo una lunga, impegnativa ma soddisfacente stagione appena conclusa, si rimboccano ancor di più le maniche per far sì che i successi ottenuti lo scorso anno possano essere replicati o, per di più, incrementati per la prossima stagione.
La programmazione prevede sia spettacoli nuovi che grandi ritorni sul palcoscenico di via Ghibellina.
Si parte il 24 Ottobre con la messa in scena della tragedia di Shakespeare "Riccardo III", interpretata e diretta da Massimo Ranieri. Quello di Novembre sarà un mese molto intenso: a partire dalla commedia di Carlo Buccirosso, già noto al pubblico del Verdi per aver recitato con Vincenzo Salemme (e famoso a tutti per aver recitato nel film "La grande bellezza"), "Una famiglia quasi perfetta", per finire con il "Don Giovanni" di Molière interpretato da Alessandro Preziosi. A Dicembre l'appuntamento imperdibile sarà "Jesus Christ Superstar" (regia di Massimo Piparo), con l'esuberante ed immancabile Ted Neeley, già protagonista del celebre film del 1973. La programmazione in abbonamento prosegue con altri spettacoli di sicuro interesse: da Christian De Sica a Lillo & Greg, dal musical "Sette spose per sette fratelli", alla commedia di Cristina Comencini "La scena" (interpretata da Angela Finocchiaro e Maria Amelia Monti). Imperdibili, sul finire di stagione, sono il musical "La Famiglia Addams", portato alla ribalta dall'inedita coppia Elio-Geppi Cucciari, e il "Cirque Eloize" che, ogni volta, appassiona tutti gli spettatori delle città dove fa tappa.
Coloro che sottoscriveranno l'abbonamento completo potranno scegliere anche uno spettacolo fra quelli non in abbonamento. Anche qui il programma è ampio, vario e molto coinvolgente. Ci saranno serate comiche, spettacoli di danza, musical e grandi classici. Sono previsti, inoltre, i ritorni, tanto attesi, di Giuseppe Fiorello e di Paolo Ruffini (con il suo spettacolo "Io doppio"). Il programma degli eventi non in abbonamento si chiude con lo spettacolo del poliedrico Arturo Brachetti il 1 Aprile.
Terminata una stagione teatrale se ne apre un'altra altrettanto stimolante e interessante, che si presenta al pubblico con tutti i migliori auspici possibili.

Marco Mannelli