Home > Webzine > Incontro con Francesco Gurrieri per ''Firenze 1865-2015'' allo Spazio A di Firenze
venerdì 15 novembre 2019

Incontro con Francesco Gurrieri per ''Firenze 1865-2015'' allo Spazio A di Firenze

01-07-2015
Mercoledì 1 luglio nuovo appuntamento allo Spazio A di Firenze (lungarno Benvenuto Cellini 13a), per il ciclo di incontri "Firenze 1865 – 2015. Una nuova capitale fra cultura, costume, architettura", organizzato da Forma Edizioni per celebrare il 150° anniversario dell’anno in cui la nostra città è diventata capitale dell'allora giovanissimo Regno d'Italia. Il ciclo di incontri, curato da Riccardo Bruscagli e Laura Andreini, ospita con cadenza mensile, fino al 2 dicembre 2015, studiosi dei settori più vari per esplorare questo evento della nostra storia nazionale sotto punti di vista diversi, tutti riconducibili allo scopo di ricostruire l'impatto, per molti versi traumatico, che la promozione a capitale provocò nel sonnolento capoluogo toscano. Gli incontri hanno il patrocinio di "Firenze Capitale 1865 – 2015" e si tengono alle ore 17.30.
Ospite dell'appuntamento di questa settimana è Francesco Gurrieri con "Fucini, Poggi e il tramonto di Firenze capitale". La conferenza si concentra sulla trasformazione architettonico-urbanistica subita da Firenze che verrà esplorata da Guerrieri sotto un aspetto meno noto: il periodo di crisi vissuto dalla città sul finire dei suoi anni da capitale, analizzato tramite due importanti figure, quelle di Giuseppe Poggi e Renato Fucini. Due uomini che vissero quel periodo a stretto contatto condividendo anche la crisi e la bancarotta che trascinò il primo in tribunale accusato di aver sperperato tutti i soldi a sua disposizione.

Francesco Gurrieri è professore ordinario di Restauro dei Monumenti dell'Università di Firenze, Architetto, è fra i più attenti protagonisti del dibattito nazionale e internazionale sui non facili problemi della conservazione dei beni culturali e ambientali. La sua preparazione tecnica ed umanistica, con alle spalle un esercizio operativo di grande stimolo culturale nell’Amministrazione delle Belle Arti, ne fanno un interlocutore primario delle discipline e della ricerca tecnologica applicata nel campo della conservazione. È il caposcuola delle tecniche di microconsolidamento nell’edilizia e nel restauro (1973). È stato Preside della Facoltà di Architettura di Firenze negli anni 1995-2000 e Preside dell'Università Internazionale dell'Arte di Firenze nel 2006.

Per informazioni: www.spazioafirenze.it  

M.V.