Home > Webzine > ''Settimana Michelangiolesca'', chiusura in Piazza Signoria con un doppio evento
venerdì 27 novembre 2020

''Settimana Michelangiolesca'', chiusura in Piazza Signoria con un doppio evento

20-07-2015
Si chiuderà con doppio evento per la "Settimana Michelangiolesca 2015", festival di grande successo che ha trasformato Firenze, le sue piazze e i suoi quartieri in un vero e proprio centro d'arte. Lunedì 20 luglio a partire dalle ore 19.00, fino a mezzanotte Piazza della Signoria ospiterà due appuntamenti che avranno come protagonista Michelangelo, le sue opere, la sua vita.
Ai piedi del Gigante, quel blocco di marmo di circa 40 tonnellate alto cinque metri che da martedì scorso si erge in piazza Signoria, si svolgerà un'inedita performance per scalpellini, promossa da Sergio Risaliti e Umberto Montano. Due maestri di scultura arrivati dalle Cave Michelangelo di Carrara lavoreranno in diretta il blocco, per liberare, come accadde all'originale, il giovane atleta dalla materia.
Il suono degli strumenti di lavoro a contatto con la pietra verrà amplificato per dar vita a una azione concertante: una mai eseguita sinfonia di note petrose. Potremmo definire la performance come una vera azione di living theatre, in cui lavoro, arte, musica e teatro si uniranno per dar vita a una seria mediazione culturale.
Giovanni Micoli e Kleoniki Valleri della Stanza dell'attore e Alberto Galligani dell'Associazione Mus.e, leggeranno poesie di Michelangelo e brani della vita del Buonarroti scritti da Ascanio Condivi ed altri tratti dalla biografia michelangiolesca redatta da Giorgio Vasari. Sarà poi ricordato come il blocco originale, estratto dalle pareti rocciose delle Apuane, arrivò a Firenze per essere lavorato da Agostino di Duccio nel 1464. Sempre in Piazza Signoria, alle 22.45 circa, si svolgerà un fuori programma: la quinta lezione di arte e architettura del ciclo "I LaikArt" un progetto di mediazione culturale su quattro ruote organizzato grazie alla collaborazione con Associazione Mus.e , organizzato da Spazio A, realizzato con il contributo di Laika. Un ultima tappa per quel un camper, che nel corso della settimana si è spostato nei quartieri di Firenze: dall'Isolotto a Gavinana, da Peretola al Galluzzo, per raccontare la vita di Michelangelo e avvicinare il pubblico dei quartieri alla conoscenza delle opere del Buonarroti.

M.V.