Home > Webzine > All'Accademia delle Belle Arti per il volume STARTpoint 2013-2014
giovedì 21 novembre 2019

All'Accademia delle Belle Arti per il volume STARTpoint 2013-2014

03-12-2015

"Esprimo il mio compiacimento x il lavoro fatto. Io cedo che la scelta di mettere insieme tre settori di solito sciolti come la cultura e le attività culturali con la ricerca e l'alta formazione, sia bellissimo. Le accademie rappresentano, nel nostro territorio, quei punti di altissima formazione, dei settori che devono essere consolidati. Il volume rispecchia i tre temi che la Regione ha deciso di portare avanti come il Contemporaneo, un indirizzo utile sia per valorizzare la storia, sia per crescere nel futuro, la valorizzazione del talento creativo degli studenti e l'apertura dell'arte verso la società".
Con questo intervento l'assessore alla Cultura della Regione Toscana, Monica Barni, annuncia la pubblicazione del catalogo della 5 edizione di STARTpoint 2013 | 2014 DISEGNO-CONTEMPORANEO. Un volume che rappresenta di fatto un traguardo e allo stesso tempo un punto da cui partire per puntare i riflettori su una forma d'arte, come quella contemporanea, che ancora fatica a trovare i suoi spazi in una Città colma di bellezze. Si tratta del risultato del lavoro svolto durante lo scorso anno da allievi e professori dell'Accademia delle Belle Arti di Firenze, mesi di conferenze, seminari, mostre e istallazioni che hanno aperto le porte dell'edificio al pubblico e allo stesso tempo invaso le vie del centro storico ed altri autorevoli location per abbracciare idealmente tutto il pubblico. Alzando la copertina rigida che ricorda a tratti il lontano oriente, si ha la sensazione di vivere un viaggio allegorico, fatto di sole immagini; scatti che testimoniano passo dopo passo la fatica e l'impegno di coloro che ne hanno preso parte. E così tocchiamo con mano l'importanza e le declinazioni del disegno, lo spazio che si denuda e si presenta come soggetto in grado d'ispirare le opere d'arte. E infine incontriamo i volti dei personaggi noti che hanno costellato la quinta edizione Alexandros Briasoulis, Massimo Orsini, Marianne Keller Tschirren, Antonio Catelani, Lucrezia De Domizio Durini, Emanuele Becheri, Lin Xin e moltissimi altri. Ma quello che sicuramente carpisce maggiormente la nostra attenzione è proprio il talento di chi ancora cerca la sua strada, di quegli studenti che hanno scelto di fare dell'arte la propria scelta di vita e che finalmente hanno abbandonato i banchi per andare alla conquista di un mondo nuovo e godere della loro passione in roccaforti come il Teatro della Pergola, lo spazio Xenos, Le Murate, il Museo Leonardo Da Vinci e Villa Romana; luoghi diversi che sono entrati curiosamente in dialogo tra di loro, ognuno con la propria specificità, ognuno con la voglia di mettersi in gioco e di essere riletto alla luce di nuovi linguaggi e tecniche espressive.

Il progetto promosso e prodotto dall'Accademia di Belle Arti di Firenze e Regione Toscana, nell'ambito del progetto regionale Toscanaincontemporanea2013, ha coinvolto un vasto comitato scientifico e grafico composto da Loris Cecchini, Massimo Orsini,Luca Pancrazzi, Paolo Parisi, Mauro Pratesi, Marco Raffaele, Susanna Ragionieri, Vincenzo Ventimiglia, Giuseppe Andreani, Giovanna Fezzi, Rosanna Fioravanti, Monica Franchino, Massimo Mattioli, Massimo Orsini, Gianni Pozzi, Marco Raffaele, Francesca Taliani, Vincenzo Ventimiglia.

Info: www.accademia.firenze.it

Martina Viviani