Home > Webzine > The Winstons in concerto al Glue Alternative Concept Space
lunedì 18 novembre 2019

The Winstons in concerto al Glue Alternative Concept Space

16-01-2016
Sabato 16 gennaio 2016, alle ore 22.30, al Glue Alternative Concept Space (Viale Manfredo Fanti 20, Firenze) è in programma il concerto del gruppo "The Winstons". L'evento si aprirà con la performance dei "Sex Pizzul" e si chiuderà con il dj set di Dr. Lorenz.

I "The Winstons" sono un power trio basso (Roberto Dell'Era), batteria (Lino Gitto), tastiere e voci (Enrico Gabrielli) dedito alla psichedelica e al culto dell'anarchia ancestrale.
I loro grandi templi non sono lontani dal pianeta Gong: si stagliano nell'orizzonte di una Canterbury distrutta, a destra dalla tomba di Hugh Hopper dei Soft Machine e a sinistra di quella di Kevin Ayers.
Navigano negli acquitrini maleodoranti del progressive, non curanti dello sporco che resta addosso ai vestiti. E chissenefrega, tanto nel rock'n'roll lo sporco diventa puro stile... Ma solo per l'effetto di un miraggio sembrano in territorio britannico, perché i tre pilastri, che sorreggono la struttura, sono uno a nord, uno a centro e uno nel sud della penisola italiana. Essi vivono nella stessa città, ma non ha un nome pronunciabile senza che qualcuno non faccia una faccia strana. Dunque non la pronunceremo. Basti solo sapere che uno, quello alto, si chiama Rob Wintson, un altro, quello con i baffi, Linnon Winston e il terzo, quello strambo, Enro Winston. E quando sono assieme, anche solo per comprare le sigarette, da sempre, da ben prima di essere una band, erano spiritualmente una band perfetta.
Usciranno con una prima opera miliare nel gennaio dell'anno 2016, di un futuro prossimo. In vinile e in compact disc. A pubblicarla sarà la storica AMS di Matthias Scheller, label che produce e distribuisce un catalogo inestimabile di soundtracks e di progressive italiano storico.

Sex Pizzul, ossia l’unione (im)possibile di calcio e musica. Nascono sull’onda di un buen retiro siciliano nell’estate 2015 e vedono Simone Vassallo alla batteria, Wassilij Kropotkin al sintetizzatore ed Irene Bavecchi al basso. Echi di afro–beat, disco, punk e math rock, secondo una concezione che mischia anarchia, gioco di squadra, groove e headbanging. A breve, la prima pubblicazione ufficiale.

Ingresso gratuito con tessera Glue/US Affrico.
Per maggiori informazioni: www.gluefirenze.com  

DR