Home > Webzine > ''La Cenerentola'' di Rossini in diretta all'Adriano di Firenze
venerdì 22 novembre 2019

''La Cenerentola'' di Rossini in diretta all'Adriano di Firenze

22-01-2016
Venerdì 22 gennaio, alle ore 20, il Cinema Multisala Adriano trasmetterà in diretta dal teatro dell'Opera di Roma "La Cenerentola" di Gioachino Rossini.
La celebre opera lirica divisa in due atti, amata dal grande pubblico per la leggerezza e i virtuosismi canori, tornerà sul grande schermo con un nuovo speciale allestimento con la direzione dell'argentino Alejo Pérez e la regia di Emma Dante, che restituirà agli spettatori una scenografia immersa in un mondo fiabesco animato da elementi pop e surrealisti.

Come suggerisce il titolo, il soggetto dell'Opera è tratto dalla celebre fiaba di Charles Perrault. Clorinda e Tisbe, figlie di don Magnifico, passano il loro tempo guardandosi allo specchio e rimproverando la sorrelastra Angelina. La ragazza diversamente da loro è molto buona e pronta ad aiutare il prossimo, proprio per
questo viene notata da Alidoro, precettore del principe don Ramiro, in cerca di moglie. Venuto a conoscenza della cosa il principe si reca a casa di Don Magnifico e si innamora di Angelina che lo corrisponde. Il loro amore viene osteggiato dalle sorellastre e pertanto la giovane ragazza è costretta a mascherarsi per raggiungere la sua felicità. Alla fine dell'opera, Cenerentola, salita al trono, concede il perdono alle due sorellastre e al patrigno (rondò Nacqui all’affanno), che, commossi, la abbracciano e affermano che nessun trono è degno di lei.
Sullo sfondo della vicenda, però, fa capolino una società degradata, calata a pennello nell'atmosfera romana di quegli anni, pervasa dalla corruzione, da una nobiltà decadente e scialacquante, da gravi disagi tra i ceti sociali più poveri.
Sotto le spoglie di un buonismo (obbligato dalla pesante censura pontificia), si intravede la lettura sarcastica di una fiaba amara più che zuccherosa.
Diversi saranno gli attori che calcheranno la scena: Angelina-Cenerentola sarà interpretata da Serena Malfi che si alternerà con Josè Maria Lo Monaco, Damiana Mizzi sarà Clorinda e Annunziata Vestri interpreterà Tisbe. Nel ruolo di Don Ramiro si alterneranno Juan Francisco Gatell, Pavel Kolgatin, Giorgio Misseri. Vito Priante, Giorgio Caoduro e Filippo Fontana vestiranno a turno i panni di Dandini mentre Alessandro Corbelli e Carlo Lepore interpreteranno Don Magnifico. Marko Mimica e Ugo Guagliardo saranno invece Alidoro. Sul palco anche il Coro del Teatro dell'Opera di Roma diretto dal Maestro Roberto Gabbiani.

Per info: www.cinemaadriano.it 

M.V.