Home > Webzine > Musica e arte interattiva protagoniste della rassegna multimediale ''Il corpo, la luce, il suono''
giovedì 14 novembre 2019

Musica e arte interattiva protagoniste della rassegna multimediale ''Il corpo, la luce, il suono''

18-03-2016

49 opere di autori e compositori internazionali, dedicati alla musica e all'arte interattiva, tra workshop, concerti, performance multimediali e opere audiovisive: è l’ottava edizione de “Il corpo, la luce, il suono”, rassegna multimediale in corso fino a domenica 20 marzo presso il Teatro L’Affratellamento di Firenze (via Orsini 73), a cura del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali del Conservatorio Cherubini, diretto da Alfonso Belfiore.

L’iniziativa, a ingresso libero, è in collaborazione con la New York University, la Società Ricreativa L’Affratellamento di Ricorboli, l'associazione culturale FiesoleArte e l'Istituto Internazionale Arte e Tecnologia e MediaLab. In questa edizione una rete di sequenze musicali, visive, mimiche e luminose stimoleranno le possibilità immaginative degli spettatori e degli artisti coinvolti e saranno utilizzate per nuove sperimentazioni.

Per i concerti multimediali, il 18 e il 20 marzo, alle ore 21.00, saranno eseguite opere multimediali di varia natura, che sfrutteranno varie tecnologie e interazioni, tra cui sensori, dispositivi speciali, fino all’esplorazione di un mondo sonoro in 3D. Tra gli ospiti del concerto di venerdi, si segnalano la partecipazione di Esther Lamneck, clarinettista e tarogatista di fama internazionale, direttrice del Dipartimento di Performing Arts della New York University, e di Leonello Tarabella, ricercatore e compositore dell’ISTI/CNR di Pisa, sviluppatore di sistemi informatici interattivi basati su vari tipi di sensori per il controllo di eventi sonori e visual.

Tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 21, saranno visibili varie installazioni: per la sezione “Storie di vita tra arte e poesia, saranno proiettate le opere audiovisive di autori italiani e internazionali, quali Thomas Rex Beverly, Nestore Buonafede, Xarene Eskandar, Marco Fabri, Dario Ferrante, Cristian Gajardo Allende, Paola Lopreiato, Matteo Masi, Nickolai D. Nickolov, Walter Ruttmann, Gelareh Soleimani Lavasani, Lucy Steggals.

Pieces and parts_Istanbul” è invece l’installazione multimediale interattiva di Paola Lopreiato; “Denton" e “Punch It Out” sono a cura di Elia Taddei.

Da sottolineare anche il workshop, il 19 marzo alle ore 15 nella sala delle conferenze del Teatro dell’Affratellamento, dedicato alla progettazione degli studi di registrazione, tra fisica acustica ed elettroacustica, con due grandi professionisti del settore, Donato Masci e Dario Paini, autori dei progetti di alcuni dei più importanti studi di registrazione e di altri grandi progetti di sonorizzazione in Italia e all’estero.

Il Conservatorio di Firenze prosegue così, con questa rassegna, un'importante tradizione di studi multimediali, dopo esser stato il primo in Italia ad ospitare l'attività pioneristica di ricerca e di formazione nell'ambito della musica elettroacustica con Pietro Grossi. Per informazioni www.conservatorio.firenze.it