Home > Webzine > Il ''Museo ritrovato'' al Rondò di Bacco
giovedì 21 novembre 2019

Il ''Museo ritrovato'' al Rondò di Bacco

14-12-2005

Hanno in comune il fatto di essere state rubate e poi recuperate dal nucleo tutela patrimonio culturale dell'Arma le venti opere presentate nella mostra "Il Museo ritrovato", visitabile fino al 10 gennaio al Teatro del Rondò di Bacco in Piazza Pitti. Dipinti di epoche diverse tra cui tavole di Pietro Dandini e Mariotto Di Nardo, alcuni paesaggi settecenteschi, miniature medievali, angeli reggicandela e coltelli di manifattura turco-persiana testimoniano la sintesi del lavoro di ritrovamento svolto dai carabinieri al servizio dell'arte dagli anni settanta fino ad oggi. Le indagini vedono la collaborazione con le varie Soprintendenze e con studiosi di livello internazionale, fino a coinvolgere Scotland Yard per il caso di una "Madonna col Bambino" di Benozzo Gozzoli, scomparsa da una chiesa di Calci, ritrovata in seguito a Londra e adesso in mostra. In alcuni casi le opere recano segni del loro brusco passato visto che i dipinti rubati sono smembrati e tagliati in più parti per facilitare il loro ingresso nel mercato illegale rendendoli meno riconoscibili. All'interno dell'esposizione è consultabile anche la banca data dei beni illecitamente sottratti con un 2005 che vede la Toscana con 1241 furti denunciati e 35 ritrovamenti.

di Andrea Palanti