Home > Webzine > John Hackett e Marco Lo Muscio in concerto all'Auditorium Ente Cassa di Risparmio
giovedì 29 ottobre 2020

John Hackett e Marco Lo Muscio in concerto all'Auditorium Ente Cassa di Risparmio

11-05-2016

Mercoledì 11 maggio, dalle ore 21.00, sarà una serata che guarda al passato e apre al contemporaneo quella che vede protagonisti il flautista inglese John Hackett – fratello del chitarrista dei Genesis, Steve Hackett - e l’organista Marco Lo Muscio, in concerto all’Auditorium ECRF, in via Folco Portinari, nell’ambito dei Mercoledì Musicali dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

L’organista, pianista e compositore romano e il polistrumentista britannico si conoscono e lavorano assieme da tempo: collaborazione affinata nel corso di decine di live - compresi alcuni progetti con il chitarrista dei Genesis - e immortalata da svariate incisioni, tra cui gli album “Playing The History” e “The Book of Bilbo and Gandalf”.

Il programma si aprirà con un omaggio alla scuola tedesca a cavallo tra Seicento e Settecento, attraverso pagine di Johann Heinrich Buttstett, Christoph Willibald Glucke Georg Philipp Telemann. Marco Lo Muscio attingerà quindi al proprio repertorio, proponendo brani da “Trittico toscano”, oltre a “In Memoriam Teodosia”, “Omaggio a Gubbio”, “Red Pedal Solo”, “In Memoriam Teodosia” e altre opere recenti.

Dedicata al rock-progressive, invece, la seconda parte, con brani di Rick Wakeman, Steve Hackett, Ian McDonald oltre che di Marco Lo Muscio e John Hackett.

John Hackett è uno dei rari virtuosi di flauto verticale. Assieme a Ian McDonald (King Crimson) e Ian Anderson (Jethro Tull) è considerato tra i maggiori flautisti rock progressive oltre che un raffinato interprete del repertorio classico. Compositore, chitarrista e vocalist collabora con il fratello Steve e con il gruppo ambient Symbiosis. Con Marco Lo Muscio ha dato vita al gruppo “Playing the History”.

Organista, pianista e compositore, allievo di Tonino Maiorani, Marco Lo Muscio collabora da anni con artisti internazionali quali Kevin Bowyer, David Jackson (Van Der Graaf Generator), oltre ai già citati John e Steve Hackett.

Come di consueto è previsto un biglietto “simbolico” di 5 euro (consigliata la prenotazione al numero 055.538.4001 o via mail a ricevimento@entecarifirenze.it, dal lunedì al venerdì in orario d’ufficio).
Il ricavato è devoluto alla sezione fiorentina dell’AIL - Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma Onlus

Informazioni: www.entecarifirenze.it